Dal mondo

Che succederà ai beni di lusso dopo la crisi Covid-19?

lusso

I disastri economici di regola portano invece bene alle vendite di prodotti di lusso minore per un interessante fenomeno di sostituzione. Il commento di James Hansen

Se da una parte l’attuale “momento epidemico” genera tante incertezze, dall’altra di una cosa possiamo essere certi: ne verremo fuori con l’economia a pezzi. Le gigantesche cambiali che governi, istituzioni e aziende stanno firmando di questi tempi prosciugano la liquidità e svuotano le tasche.

Per i più è finita la stagione in cui si poteva spendere con almeno un minimo di  spensieratezza. È ora di ricordare ciò che sappiamo su come sopravvivere — e idealmente prosperare — durante un lungo passaggio di “vacche magre”. C’è per esempio il noto Lipstick Effect, l’effetto “rossetto” identificato durante una brutta recessione all’inizio del secolo da Leonard Lauder, allora CEO della casa di cosmesi Estée Lauder.

Lauder fece notare che i disastri economici di regola portano invece bene alle vendite di rossetto per un interessante fenomeno di sostituzione: i consumatori tendono a rimpiazzare acquisti stravaganti come pellicce o auto importanti con prodotti di lusso dal più basso costo unitario. La signora che non può più permettersi l’abito da €300 si consola con un lusso minore, il rossetto di buona marca da €30. Nel 2001, l’anno del crash “Dotcom”, le vendite di rossetto negli Usa sono cresciute dell’11%.

Il meccanismo non è solo femminile e non riguarda solo i cosmetici. Dopo il crac Lehman del 2008 la Luxottica è entrata brevemente nel panico prefigurando l’effetto tragico sulle vendite dei suoi occhiali da sole. Per fortuna, la reazione del consumatore tipo, obbligato a fare a meno della settimana bianca, è stata del genere: “Cavolo, se non posso andare a sciare, almeno mi prendo i Ray-Ban”. Nello stesso anno, disastroso per i consumi, la L’Oréal ha visto le proprie vendite aumentare del 5,3%.

Tuttavia, un po’ come per la famosa battuta di Tolstoj in Anna Karenina riguardo alle famiglie felici e infelici, mentre tutti i boom si assomigliano fra loro, ogni crisi economica è una crisi a modo suo. Come la mettiamo per i rossetti in una recessione dove tutti sono obbligati a portare la mascherina?

 

Articolo pubblicato su Mercoledì di Rochester

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore