Dal mondo

Cosa si discuterà alla sessione plenaria del Comitato europeo delle regioni

comitato regioni

Bilancio dell’Ue e piani per la ripresa sotto esame alla sessione plenaria del Comitato europeo delle regioni

I membri del Comitato europeo delle regioni (CdR),  voteranno una risoluzione sul bilancio a lungo termine dell’UE – il quadro finanziario pluriennale per il 2021-27 (QFP) – e il piano di investimenti per l’Europa sostenibile, il pilastro degli investimenti del Green Deal elaborato dalla Commissione europea per guidare l’UE verso la neutralità in termini di emissioni di carbonio entro il 2050.

Per effetto di limitazioni connesse alla situazione sanitaria solo un numero limitato di membri potrà partecipare personalmente, mentre gli altri parteciperanno a distanza. Il passaggio a un formato ibrido comporterà anche l’adozione del voto elettronico, e la sessione plenaria durerà tre giorni invece dei due consueti.

I leader locali e regionali del CdR, che comprende sei gruppi politici, decideranno anche in merito alle priorità politiche dell’istituzione per il periodo 2020-25. In febbraio, al momento della sua elezione alla presidenza del Comitato, il governatore della regione della Macedonia centrale Apostolos Tzitzikostas (EL/PPE) ha dichiarato di volersi battere per una “modernizzazione” della democrazia europea, per rispondere alle “profonde trasformazioni” derivanti dalle “rivoluzioni verde, digitale e demografica” in corso e delle politiche dell’UE – come la politica di coesione – che, per il loro impatto, hanno “grande rilevanza regionale e locale”.

I membri del Comitato europeo delle regioni voteranno anche otto relazioni contenenti le raccomandazioni dei governi locali e regionali alle istituzioni dell’UE con responsabilità decisionali. L’adozione di diversi pareri era originariamente prevista per il mese di maggio, nel corso di una sessione plenaria che è stata annullata a causa delle misure di confinamento adottate in tutta l’UE.

L’ambasciatore Michael Claver rappresenterà la Germania, che deterrà la presidenza di turno nella seconda metà del 2020, l’ambasciatore Nuno Brito presenterà le priorità del Portogallo per il periodo gennaio-luglio 2021, e l’ambasciatore Iztok Jarc spiegherà gli obiettivi della Slovenia durante il secondo semestre del prossimo anno.

CHI SONO I COMMISSARI EUROPEI CHE INTERVERRANNO

Il 2 luglio il commissario europeo per il Bilancio Johannes Hahn discuterà con i leader locali e regionali del piano per la ripresa e del bilancio pluriennale dell’Unione europea in via di definizione. Anche altri tre commissari europei parteciperanno ai dibattiti sulle risposte politiche e strategiche dell’UE alla crisi: la vicepresidente Dubravka Å uica tratterà le questioni riguardanti democrazia e demografia, Thierry Breton risponderà alle domande sul mercato interno, e Janez Lenarčič passerà in rassegna alcune delle azioni dell’UE in materia di gestione delle crisi.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore