skip to Main Content

Variante indiana in Brasile, record di contagi in Colombia

Variante Indiana Brasile

In Colombia in 24 ore 21.669 nuovi casi di Coronavirus, superato il record del 15 gennaio scorso; in Brasile scoperta la temuta variante indiana

Pare ormai certo che ci sia lo zampino della variante indiana dietro l’ulteriore balzo dei contagi in Brasile. Quantomeno, il ceppo è comunque presente nel Paese, che fatica a tracciare i casi normali ed esegue pochissimi test sul codice genetico del virus. Il governo dello Stato di Parà, nel cuore del Brasile, ha riferito che sono sotto osservazione due pazienti con Coronavirus probabilmente infettati dalla variante indiana, che ha già contagiato l’equipaggio di una nave straniera ancorata nello Stato confinante di Maranhao.

COSA SAPPIAMO SULLA VARIANTE INDIANA IN BRASILE

Una notizia che desta la preoccupazione della comunità scientifica, dato che il Brasile potrebbe essere l’habitat ideale per la variante indiana e per sue venture trasformazioni, facilitate dalle condizioni igieniche in cui versa il Paese e dalla promiscuità delle zone più povere. I due contagiati sono monitorati nella città di Primavera, nell’entroterra del Parà, dove sono recentemente arrivati. I campioni prelevati dai pazienti sono intanto stati inviati all’Istituto statale Evandro Chagas. Finora sono stati confermati sei casi della variante indiana in marinai provenienti dalla Malesia e dal Sud Africa, che sono giunti all’inizio di maggio a Sao Luis, capitale del Maranhao. Uno dei membri dell’equipaggio, un indiano di 54 anni, è stato ricoverato in gravi condizioni sabato in un ospedale privato di Sao Luis Il ministro della Salute, Marcelo Queiroga, ha annunciato la consegna di 600mila test rapidi per il Covid-19 e la spedizione di 300mila vaccini extra, che rappresentano il 5% in più di quanto spetterebbe allo Stato di Maranhao.

Ma la situazione peggiora anche in Colombia, dove domenica si è registrato in 24 ore un nuovo record di contagi: ben 21.669, persino superiore al dato registrato il 15 gennaio scorso, quando furono segnalati 21.078 nuovi casi di Coronavirus in una sola giornata. Secondo i dati del Ministero della Salute, il numero totale di infetti rilevati ha raggiunto 3.232.456, con 84.724 morti, 496 dei quali riportati domenica nel bilancio giornaliero. Bogotá si conferma il territorio colombiano più colpito dalla pandemia, con 903.121 casi registrati. Seguono i dipartimenti di Antioquia (nord-ovest) con 518.811 contagi, Atlántico (nord) con 266.065 e Valle del Cauca (sud-ovest) con 258.125. Per quanto riguarda la campagna di vaccinazione, il ministero della Salute ha riferito che sono stati somministrati un totale di 8.235.482 vaccini, di cui 3.109.420 corrispondono a seconde dosi.

 

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore