skip to Main Content

Amministrative Roma, chi vince secondo i sondaggi?

Sondaggi Amministrative Roma

A Roma si prevede una sfida a quattro per le amministrative del 3 e 4 ottobre. Michetti, Gualtieri, Raggi e Calenda sono i favoriti e i sondaggi hanno già un’idea su chi potrebbe vincere ma saranno gli indecisi a fare la differenza

Domenica 3 e lunedì 4 ottobre in 18 capoluoghi di provincia si andrà alle urne e anche nella capitale i romani saranno chiamati a scegliere il loro primo cittadino. Chi sarà dunque il nuovo inquilino del Campidoglio?

I QUATTRO IN BALLO

A Roma i candidati alle amministrative sono 21 ma secondo i sondaggi sarà una sfida a quattro tra la sindaca uscente Virginia Raggi del M5s, l’ex ministro dell’Economia Roberto Gualtieri designato attraverso le primarie dal centrosinistra, il discusso Enrico Michetti sostenuto dal centrodestra e il leader di Azione Carlo Calenda.

I SONDAGGI

Secondo YouTrend, che ha raccolto i dati tra il 3 e l’8 settembre, in cima alle preferenze dei romani ci sarebbe il “tribuno della radio” Michetti (31%), seguito da Gualtieri con il 27% e da Raggi che raccoglie il 19,1% dei consensi. Calenda si fermerebbe al 18,9%.

Stesso ordine di preferenze anche per il sondaggio realizzato da Izi, ma con meno stacco tra Michetti (25,9%) e Gualtieri (25%) – il candidato di centrodestra e Raggi avrebbero infatti perso terreno.

Oltre a YouTrend e Izi anche Swg e Gpf-Inspiring Research concludono che la vittoria di Michetti però potrebbe saltare se si andasse al ballottaggio del 17 e 18 ottobre.

L’ASTENSIONISMO: IL VERO AGO DELLA BILANCIA

Il vero dato che balza agli occhi è quello dell’astensionismo e degli indecisi. A Roma, e forse non solo, “c’è una irrazionalità diffusa” dice all’AdnKronos il sondaggista Nicola Piepoli. “Sono elezioni piuttosto strane – commenta – sono viziate da una malattia generale, che è il post covid. La gente è ancora impaurita”.

Secondo Piepoli nella capitale è tutto marginale, “ci potrebbe essere un ballottaggio Michetti-Gualtieri, con una vittoria marginale del centrosinistra. Quello che scombina le carte è la presenza di 4 contendenti che valgono. Comunque – prevede Piepoli – parecchia gente non andrà a votare, ci sarà un astensionismo superiore al normale: all’aumentare dei candidati diminuisce la voglia di andare alle urne”.

Anche il direttore di YouTrend, Lorenzo Pregliasco, prevede lo stesso finale: “È improbabile pensare a un ballottaggio diverso di quello tra Michetti e Gualtieri”. E avanza un pronostico anche sui numeri: “In caso di una sfida a due tra Gualtieri e Michetti il deputato democratico vincerebbe con il 58,5% dei voti”.

Leggi anche: Roma, la corsa per il Campidoglio: tutti i candidati e le liste

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore