Fact Checking

Come Covid-19 ci sta cambiando (e ci cambierà). Report Swg

covid-19

Italiani preoccupati per l’emergenza Covid-19 (che dovrebbe finire entro 3 mesi). Si apprezza il lavoro della Protezione Civile e la gestione della Regione Lombardia. Il rapporto Swg

Nulla sarà più come prima dopo Covid-19. La pandemia “ha già modificato profondamente i comportamenti e gli atteggiamenti di individui e consumatori”, si legge in un report di Swg, che ha analizzato gli effetti del coronavirus nella settimana dal 16 al 22 marzo.

Nuovi cambiamenti arriveranno ancora e forse non saranno limitati al breve periodo, ma avranno conseguenze più durature. Ecco come gli italiani reagiscono all’emergenza: preoccupazioni, paure e sentiment politico (con la Lega in calo).

CRESCE CONSAPEVOLEZZA

Nella settimana che va dal 16 al 22 marzo è cresciuta la consapevolezza degli italiani sull’emergenza in atto, ma in parallelo cresce anche in senso di incertezza.

PREOCCUPAZIONE MASSIMA

Nonostante due intervistati su tre sostengono che riescono a reagire positivamente all’emergenza e alle norme di isolamento, il rapporo Swg mostra che la preoccupazione degli italiani sia a livelli alti (soprattutto per la sorte dei propri cari).

 

ITALIANI E DURATA EMERGENZA

Preoccupazione che lascia spazio, comunque, alla speranza: la maggior parte degli intervistati è convinto che la crisi in corso possa essere risolta entro i prossimi 3 mesi.

VOGLIA DI RITORNO ALLE PROPRIE ABITUDINI

Cresce, ovviamente, la voglia di ritornare alla proprie abitudini. Quasi la metà degli italiani sostiene di non farcela più a stare in casa.

GESTIONE EMERGENZA: FANNO MEGLIO PROTEZIONE CIVILE E LOMBARDIA

Passando al sentiment in merito alla gestione dell’emergenza, gli italiani promuovono a pieni voti il lavoro della Protezione civile e della Regione Lombardia. Fanno bene anche Emilia Romagna e Veneto. Promosso con la sufficienza (o poco più) il Governo, mentre l’Europa è bocciata con un 4.

Tra le misure più apprezzate del Governo per aziende e lavoratori c’è lo stop ai versamenti per i settori più colpiti. Apprezzati anche i crediti di imposta per sanificare gli ambienti di lavoro e lo stop alle ritenute per professionisti e Fondo per i redditi bassi.

Sul fronte di aiuto alle famiglie, invece, apprezzata è la sospensione dei mutui prima casa per lavoratori in difficoltà e i congedi speciali e voucher babysitter per i genitori.

In generale, comunque, si è convinti (71%) che in Italia si siano prese tutte le misure necessarie per arginare l’emergenza.

COME VOTEREBBERO GLI ITALIANI?

L’emergenza Covid-19 cambia anche il sentiment sul voto. Diminuiscono gli italiani che voterebbero Lega. Cala ancora il Pd, mentre in leggera salita è il M5S (confrontando i dati 23 marzo – 16 marzo).

L’IMPATTO SULL’ECONOMIA

Covid-19 cambia anche le economie familiari “la contrazione dell’attività lavorativa e le apprensioni per gli sviluppi futuri inducono già la maggioranza degli italiani a ridurre le spese e a tagliare i costi non essenziali”, si legge nel report.

Sale la paura di dover intaccare i propri risparmi nelle prossime settimane.

A COSA RINUNCIANO GLI ITALIANI

Tra le cose che gli italiani sono pronti a tagliare ci sono abbonamenti (al 77%) e beneficenza (al 52%). Il 47% non pagherebbe le assicurazioni nel caso fosse in difficoltà e il 41% non pagherebbe le tasse.

Tra gli abbonamenti che salterebbero ci sono: musica, giochi e videogiochi, quotidiani e tv a pagamento.

GLI IMPATTI SULLE AZIENDE

Se si guarda alle aziende, gli italiani temono il peggio. Ben il 24% dei lavoratori autonomi è convinto che la crisi provocata da Covid-19 provocherà all’azienda gravi perdite e rischierà di dover chiudere. La percentuale scende al 10% tra i lavori dipendenti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore