Fact Checking

Dichiarazione dei redditi precompilata, cosa c’è da sapere

La dichiarazione dei redditi precompilata del 2019 è online, ecco modalità di accesso e istruzioni per la compilazione nell’articolo di Gaia Del Pup per i-Com

La dichiarazione dei redditi precompilata del 2019 è online. Dal pomeriggio di lunedì scorso circa trenta milioni di modelli sono disponibili per la consultazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Il numero di accessi effettuati nelle prime ore è stato molto elevato: più di 200.000 persone hanno esaminato i moduli caricati sul sistema. Fino al 2 maggio tuttavia è possibile solo visionare il modulo per verificare la correttezza dei dati inseriti. Eventuali modifiche si potranno effettuare a partire da quella data.

LE MODALITÀ DI ACCESSO

Le modalità di accesso possibili per visualizzare le dichiarazioni dei redditi precompilate sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate sono quattro. Si può effettuare l’autenticazione tramite le credenziali rilasciate dalla stessa Agenzia per i servizi telematici Fisconline. In alternativa è consentito l’accesso tramite l’identità digitale Spid, oppure con le credenziali del portale Inps o, infine, tramite la Carta nazionale dei servizi. Come anticipato, fino al 2 maggio è possibile solo consultare il modello precompilato per verificarne la correttezza attraverso il prospetto informativo finale che fornisce un resoconto sui dati elaborati forniti da terze parti.

LE TEMPISTICHE

A partire dal 2 maggio è possibile intervenire sulla dichiarazione precompilata. Si potrà procedere alla modifica o, nel caso in cui i dati inseriti siano corretti, semplicemente all’invio della dichiarazione. Dal 10 maggio ci si può avvalere della compilazione semplificata ed eseguire le modifiche tramite una procedura guidata del quadro E. In questa sezione sarà possibile inserire gli oneri deducibili o detraibili che non siano già presenti nel prospetto. I termini entro cui trasmettere la dichiarazione dei redditi sono differenti per il modello 730 e per quello Redditi. Il primo deve essere inviato entro il 23 luglio 2019, il secondo ha come termine ultimo il 30 settembre 2019.

GLI ONERI DETRAIBILI E DEDUCIBILI

Dal 2018 l’Agenzia delle Entrate riporta nel modello di dichiarazione precompilata i dati degli oneri deducibili e detraibili forniti da datori di lavoro, banche, enti previdenziali, strutture sanitarie e istituti assicurativi. Rientrano in questa categoria, a titolo esemplificativo: quote di interessi passivi e oneri per eventuali mutui in corso, premi di assicurazione sulla vita e per calamità naturali, spese sanitarie, veterinarie, universitarie, funebri e per gli interventi di efficientamento energetico, contributi per gli addetti ai servizi domestici e per l’assistenza personale o familiare e contributi per la previdenza complementare. In mancanza di comunicazione da parte del soggetto terzo, il contribuente ha comunque la facoltà di inserire gli importi suscettibili di deduzione e detrazione nel modello.

LE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE

Le istruzioni per procede alla compilazione o correzione della dichiarazione dei redditi, aggiornate con un provvedimento del marzo 2019, sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate a questo link. L’Agenzia ha inoltre predisposto due strumenti per aiutare e guidare i contribuenti nel pagamento delle imposte sul reddito. E’ disponibile online un video tutorial che indica le principali novità e le scadenze da rispettare. Alternativamente le informazioni utili alla compilazione si possono reperire sul sito internet dedicato. Sono attivi anche i numeri per l’assistenza telefonica, operativi tutti i giorni eccetto la domenica.

 

Articolo pubblicato su i-com.it

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore