skip to Main Content

Energia, Migrazione e Pnrr: tutte le richieste di Meloni a Bruxelles

Bruxelles Commissione MARE IN BOCCA AIUTI DI STATO Ue Consumatori Appalti Pubblici

Meloni chiede a Bruxelles di rivedere il Pnrr, una risposta chiara e comunitaria sul fronte energia e una revisione del Pnrr (su cui apre anche la von der Leyen)

Giorgia Meloni ha debuttato, ieri, a Bruxelles.

Il neo Presidente del Consiglio ha affrontato il primo banco di prova internazionale, provando a dimostrare ai vertici europei che il nuovo governo di centrodestra non è composto da “marziani”, ma “terrestri”. Diversi i temi toccati: Ucraina, energia, sanzioni a Mosca, sostegno a famiglie e imprese, ma anche immigrazione.

Le parole di Giorgia Meloni

“Ho voluto organizzare qui a Bruxelles la prima visita ufficiale del governo italiano al di fuori dei confini nazionali, per dare il segnale di un’Italia che vuole partecipare, collaborare, difendere il proprio interesse nazionale, nella dimensione europea, cercando insieme agli altri Paesi le soluzioni migliori alle grandi sfide che stiamo affrontando”,  ha spiegato la premier durante un punto stampa con i giornalisti. “Mi pare che anche dal punto di vista personale, umano, si sia creata un’interlocuzione molto franca, molto positiva”, ha aggiunto Meloni, che si dice “contenta di come è andata la giornata”.

“Non siamo dei marziani, ma persone in carne e ossa che spiegano le loro posizioni” dice Meloni riferendosi al Governo di Centrodestra. “Mi pare che dall’altra parte ci fossero persone che avevano voglia di ascoltare”, aggiunge il Presidente del Consiglio.

Le richieste sul fronte energia

Guardando alle richieste, Meloni, riporta il Corriere della Sera,  chiede con “franchezza” a von der Leyen  una risposta finanziaria comunitaria contro la speculazione nel mercato dell’energia e la crisi economica che ne deriva. Su questo la Commissione dovrebbe già essere a lavoro, con l’obiettivo di presentare una proposta che stia bene ai diversi Stati membri, una risposta che sia “strategica, determinata e agile”, sottolinea la nostra premier. Su questo fronte Meloni chiede nuove risorse finanziarie sul modello Sure.

Pnrr e modifiche

Altra grande priorità del Governo Meloni è quella di  “spendere al meglio le risorse del Pnrr”,  provando a comprendere “come lavorare insieme in modo che queste risorse possano effettivamente arrivare a terra, anche ragionando sulle grandi priorità”. Meloni chiede qualche modifica al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, riuscendo ad ottenere un’apertura da parte di Ursula von der Leyen: la Commissione si è mostrata disponibile e si potrà discutere di eventuali piccoli cambiamenti.

Migrazione e difesa dei confini

La Premier ha anche parlato dei “flussi migratori e di un cambio del punto di vista della posizione dell’Italia, per cui la priorità diventa una priorità già prevista nelle normative europee, che è la difesa dei confini esterni”, spiega la stessa Meloni, aggiungendo: “È una materia molto delicata e importante  sulla quale ho trovato orecchie disponibili all’ascolto. Abbiamo parlato anche di tante altre materie, dalla difesa dai nostri prodotti alimentari di eccellenza in poi”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore