skip to Main Content

Un anno di Covid, in quale Regione è più difficile fare impresa?

Secondo i professionisti italiani è la Campania la Regione in cui è più difficile fare impresa

A un anno esatto dal primo lockdown, mentre si attendono le nuove restrizioni dell’ultimo Dpcm, il primo dell’era Draghi, ci siamo interrogati su come i professionisti abbiano affrontato le tante difficoltà economiche del periodo. In un Paese come il nostro, dove le differenze sono notevoli da Regione a Regione, fare impresa nel Nord Est piuttosto che nel Sud può costituire una importante differenza. Abbiamo allora spulciato i dati di una ricerca condotta da ProntoPro per provare a capire nel dettaglio la situazione a seconda del territorio.

fare impresa

LA CRISI DEI PROFESSIONISTI IN NUMERI

Partiamo anzitutto dai dati nazionali. Lo studio ci dice che 1 professionista su 2 dichiara di aver subito un calo di fatturato del 50% nell’ultimo anno. Interrogati sull’utilità dei ristori previsti dal governo per le categorie più in difficoltà, il 76% degli intervistati li ha dichiarati inutili a colmare le perdite, inoltre per 1 professionista su 3 le modalità di accesso erano poco chiare.

fare impresa

Nonostante la poca fiducia nei supporti offerti ne ha fatto richiesta il 57% degli intervistati, fra loro 2 professionisti su 3 affermano di averli già ricevuti. L’atteggiamento diventa più positivo nell’analizzare i possibili sviluppi futuri: il 60% dei lavoratori autonomi confida che l’attuale governo presenterà al Parlamento Europeo un piano efficace per l’accesso al Recovery Fund.

fare impresa

LE MIGLIORI DELLA CLASSE

L’indagine di ProntoPro, giunta alla sua seconda edizione, mostra come l’emergenza Covid abbia influito sulla percezione territoriale di liberi professionisti e piccole imprese. La Lombardia cede lo scettro di regione in cui è più facile fare impresa, suo fino ad inizio 2020, al Trentino Alto Adige, e si piazza quest’anno sul terzo gradino del podio. Outsider della classifica la regione Puglia, che risale dal dodicesimo al secondo posto in classifica. Ma cosa ha contribuito a questi cambiamenti? Sicuramente non il supporto percepito da parte di governo o istituzioni locali, insufficiente per tutte le regioni coinvolte nell’indagine.

fare impresa

È l’ottimismo verso il futuro la leva trainante di Trentino Alto Adige e Lombardia, che hanno assegnato un punteggio superiore alla sufficienza alle aspettative per il futuro della propria attività. In queste due regioni inoltre sembra che i ristori elargiti dal governo per fronteggiare l’emergenza covid siano stati percepiti come utili a colmare, o quantomeno tamponare, le perdite economiche: se a livello nazionale sono stati valutati utili dal 34% dei professionisti, in Lombardia e Trentino Alto Adige più di un lavoratore su 2 li ritiene efficaci. Per la Puglia a fare la differenza sembra essere l’offerta formativa della propria regione, la presenza di programmi di formazione o di networking ben pubblicizzati che contribuiscono ad accrescere la propria professionalità e rete di conoscenze.

LE REGIONI PEGGIORI PER FARE IMPRESA

Secondo i professionisti italiani è la Campania la regione in cui è più difficile fare impresa. Già fra le ultime in classifica nell’edizione 2020 dell’indagine, esce ulteriormente sconfitta dall’anno del Covid: se a livello nazionale un lavoratore su 2 ha visto dimezzare il proprio fatturato, in Campania la percentuale sale al 70%. Il voto più basso assegnato dalle tre regioni ultime in classifica? Il 3 con cui i lavoratori locali hanno valutato il sostegno che arriva loro da enti locali e nazionali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore