Dell’Acqua, chi è l’uomo della Lega per la Consob

Policy Maker

Notizie e commenti da e per chi prende decisioni

Insider

Dell’Acqua, chi è l’uomo della Lega per la Consob

Dell’Acqua, chi è l’uomo della Lega per la Consob

Sono molti mesi ormai, troppi, che la Consob è senza guida, dopo le dimissioni del Presidente Mario Nava fortemente volute dalla dirigenza grillina. Mesi di stallo in cui nel triangolo tra Mattarella, Di Maio e Salvini non si è giunti a una sintesi.

Una partita di squash, con colpi veloci e continui nella speranza che uno degli avversari si distragga per un momento così da mettere a segno il punto.

I PIANI DEI 5 STELLE

Il piano A dei grillini è Marcello Minenna, sponsorizzato da Ruocco, ma non è gradito al Colle. E neppure a Palazzo Chigi. Il piano B a 5 Stelle, ma senza entusiasmo, è Donato Masciandaro, sponsorizzato da Buffagni.

L’UOMO DELLA LEGA

Anche la Lega ovviamente cerca di giocare la sua partita in questo tira e molla con un proprio nome, quello del prof. Alberto Dell’Acqua. Le chances ci sono e la Lega di Salvini punta tutto sul professore della Bocconi che a differenza dei predecessori conoscerebbe l’economia reale, operandovi da lungo tempo.

CHI È DELL’ACQUA

Milanese, insegna Corporate Finance alla SDA Bocconi. È un uomo di mercato, nella pratica e non solo in teoria, specializzato in finanza aziendale e immobiliare. Da alcuni anni è anche il Direttore del Master in Corporate Finance (MCF) della business school dell’università milanese, un master internazionale.

Dall’Oltrepò pavese è arrivato a insegnare fino in Australia in 30 anni di carriera accademica, mentre nel suo curriculum ci sono iniziative, imprenditoriali, come advisor e in vari board, nel settore finanziario e degli investimenti.

Non è facile leggerne interventi o raccoglierne dichiarazioni, in questo simile a uno dei suoi sponsor leghisti: il sottosegretario Giorgetti. Oltre agli studi condividono infatti la provenienza dalla provincia lombarda.

UN PENSIERINO SULLA CONSOB

Direttamente interpellato sulla funzione odierna di Consob a suo parere, unica domanda cui in realtà ha risposto, Dell’Acqua ha detto: “Ritengo che la vigilanza debba poggiare su tre pilastri: il confronto tra le funzioni interne e gli attori del mercato attraverso le audizioni; in secondo luogo, deve esserci una revisione costante e attenta del regolamento per accompagnare lo sviluppo dei mercati finanziari e infine, in ragione dei due punti prima menzionati, una richiesta di massima responsabilità a tutti gli attori, intervenendo con punizioni significative in caso di violazione del regolamento o di azioni a danno dei risparmiatori”. Segno evidente che alla Consob un pensierino lo ha fatto.

Dell’Acqua è un appassionato giocatore di squash. Potrebbe tornargli davvero utile in caso di nomina alla presidenza della Consob.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore