skip to Main Content

Ferrari, chi c’è al volante della Casa di Maranello ridisegnata da Vigna

Ferrari

L’Ad Vigna: “Vogliamo spingere più avanti i confini in tutte le aree, utilizzando la tecnologia in una modalità unica e propria di Ferrari. La nuova organizzazione migliorerà la nostra agilità, essenziale per cogliere le opportunità di fronte a noi in questo scenario in rapida evoluzione”

Al vertice c’è sempre Benedetto Vigna. Prima di entrare in Ferrari, è stato Presidente del Gruppo Analogici, MEMS e Sensori di STMicroelectronics dal gennaio 2016 e membro dell’Executive Committee di ST dal 31 maggio 2018. Vigna ha iniziato la sua carriera in ST nel 1995 e ha fondato le attività MEMS (Micro-Electro-Mechanical Systems) della Società. Sotto la sua guida i sensori MEMS di ST hanno conquistato la leadership presso i grandi OEM per interfacce utente attivate dal movimento. Nel corso della sua carriera Vigna ha registrato oltre 200 brevetti sul micro-machining, è stato autore di numerose pubblicazioni e ha fatto parte dei consigli direttivi di diversi programmi finanziati dall’Unione Europea incluse delle startup, nonché dei board di centri di ricerca in Asia e America riconosciuti a livello mondiale. Vigna è laureato in Fisica Subnucleare presso l’Università di Pisa.

Leggi anche: Boari, Leiters e Regazzoni lasciano l’azienda automobilistica di Maranello

IL TEAM FERRARI

Più funzioni faranno direttamente riferimento all’amministratore delegato Benedetto Vigna che ad interim seguirà la diversificazione del marchio. A Vigna faranno riferimento in modo diretto anche sviluppo del prodotto e ricerca e sviluppo, trasformazione digitale, tecnologie, purchasing & quality, manufacturing, Internal Audit e Compliance.

– Product Development e Research & Development, funzioni chiave per la creazione delle vetture Ferrari, sarà affidata a Gianmaria Fulgenzi, in Ferrari dal 2002 con diversi ruoli nello sviluppo prodotto, nella produzione e recentemente nella Gestione Sportiva. In precedenza è stato GeS Supply Chain di Ferrari dal marzo 2019. Ha inoltre lavorato presso le aree product development e manufacturing, quale Head of Rear Engine Car Platform dal 2015 al 2019 e Head of Powertrain Production dal 2008 al 2010. Prima di entrare in Ferrari nel 2002, ha assunto dei ruoli manageriali in ambito tecnico presso PiaggioAero Industries. Ha conseguito un master in Economics, Finance and Management presso la London Business School, oltre a una laurea in Ingegneria Aerospaziale presso il Politecnico di Torino.

Ernesto Lasalandra, nominato chief Research & Development Officer. Prima di unirsi a Ferrari è stato Group VP R&D General Manager in STMicroelectronics, dove negli ultimi decenni ha assunto ruoli di crescenti responsabilità nelle aree Product Development e R&D. Ha conseguito una laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Pavia. Philippe Krief, già in Ferrari, con oltre 35 anni di esperienza nel settore automotive, sarà suo vice;

– Digital & Data, con il compito di accelerare la trasformazione digitale della società, sarà guidata da Silvia Gabrielli, che lavora per Ferrari dal 2019. In precedenza è stata Head of IT Digital & Analitics dal luglio 2019. Prima di entrare in Ferrari ha lavorato come Digital Trasformation Advisor in Microsoft. Dal 1996 al 2007 ha assunto il ruolo di Business Consultant e Business Development Manager in diverse Società, fra le quali SAP SE, A.T. Kearney e Accenture.
Ha conseguito una laurea in Business, Finance and Administration presso l’Università Bocconi.

– Technologies & Infrastructures, con l’obiettivo di rafforzare la collaborazione e l’allineamento fra lo sviluppo e la produzione delle vetture, sarà guidata da Davide Abate, in precedenza a capo delle Tecnologie e in Ferrari dal 2012. In precedenza è stato Head of Technologies di Ferrari dall’ottobre 2020, e ha ricoperto diverso ruoli manageriali nell’area manufacturing fra i quali Head of Prototype Construction dal 2017 al 2020. Prima di fare il suo ingresso in Ferrari nel 2012, ha assunto ruoli manageriali in ambiti tecnici presso Ducati Motor Holding. Ha conseguito il Ferrari Corporate Executive MBA presso la Bologna Business School e un master in Process Engineering presso la Bocconi School of Management, oltre a una laurea in Automotive Engineering al Politecnico di Torino.

– Purchasing & Quality per potenziare ulteriormente le partnership strategiche per continuare ad alzare la soglia dell’eccellenza, avrà come responsabile Angelo Pesci. Angelo Pesci ha fatto il suo ingresso in Ferrari dopo aver lavorato in STMicroelectronics, dove negli ultimi decenni ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità nelle aree Financial Planning, Supply Chain and Product Planning, Services and Operations.
Ha conseguito un Master in Business Administration presso SDA Bocconi e una laurea in Fisica presso l’Università degli Studi di Trieste.

– Manufacturing, che continua a riportare al ceo, avrà alla guida Andrea Antichi, in Ferrari dal 2006. Precedentemente è stato Head of Vehicle di Ferrari dal giugno 2018. Nel corso della sua carriera ha assunto diversi ruoli manageriali in Ferrari nell’area manufacturing, in qualità di Head of Engine Production dal 2014 al 2018 e di Machining Process Engineering Manager dal 2008 al 2013. Prima di entrare in Ferrari nel 2006, ha ricoperto diversi ruoli in ambito tecnico presso Piaggio. Ha conseguito il Ferrari Corporate Executive MBA presso l’Università di Bologna, oltre a una laurea in Ingegneria Meccanica all’Università di Pisa.

– Internal Audit e Compliance dove è confermato Marco Lovati. In precedenza ha trascorso 12 anni in Fiat Chrysler Automobiles e Fiat Revi, dove ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità nelle aree internal audit e compliance.
Ha conseguito un master in Business, Management e Finanza nonché una Laurea in Economia, Finanza e Amministrazione presso l’Università degli Studi di Torino.

Mentre Sabina Fasciolo continua a svolgere il ruolo di chief compliance officer. Dal 2015 al 2020 ha lavorato presso la F.I.G.C. (Federazione Italiana Giuoco Calcio), nel ruolo di Head of Legal Affair & Compliance. In precedenza è stata Head of Legal Affairs di Ferrari. Ha vissuto inoltre un’esperienza internazionale presso la Essex Court Chambers partecipando allo European Young Lawyers’ Scheme.
Ha conseguito un master in English Commercial Law press il London College of Law, oltre a una laurea in legge presso l’Università di Parma.

Continueranno a fare riferimento a Vigna anche la comunicazione guidata da Charlie Turner, il Design (Flavio Manzoni), la finanza e i servizi finanziari (Antonio Picca Piccon), la Gestione Sportiva (Mattia Binotto), le risorse umane (Michele Antoniazzi), le attività legali (Carlo Daneo), il Marketing e commerciale (Enrico Galliera).

Un focus lo merita proprio la Gestione Sportiva. Mattia Binotto è stato confermato nel ruolo che ricopre dal 2019. Dopo la laurea in Ingegneria Meccanica al Politecnico di Losanna nel 1994, consegue un Master in Ingegneria dell’automobile a Modena. Nel 1995 entra nella Scuderia Ferrari come Test Engine Engineer per la squadra prove e ricopre questo ruolo anche dal 1997 al 2003. Nel 2004 diviene Race Engine Engineer per la squadra corse e dal 2007 Capo Ingegnere, corse e montaggio, assumendo poi il ruolo di responsabile operativo del Reparto Motori e KERS nel 2009. Dopo essere stato nominato vice direttore del reparto Motori ed Elettronica nell’ottobre 2013, Binotto diventa successivamente Chief Operating Officer per la Power Unit. Il 27 luglio 2016 viene nominato Chief Technical Officer della Scuderia Ferrari.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore