skip to Main Content

Chi vuole (e chi no) Nastasi alla Presidenza della Siae

Salvatore Nastasi

Salvatore Nastasi è diventato, in queste ore, una pedina in mano alla politica e si gioca la Presidenza della Siae


Grandi sorprese, ieri, in 7ª Commissione (istruzione e beni culturali) del Senato riguardo la proposta di nomina di Salvatore Nastasi, segretario generale del ministero della Cultura, a presidente della Siae-Società Italiana Autori ed Editori. La Commissione ha bocciato la nomina, che era stata già votata e approvata il 5 settembre scorso all’unanimità dal Consiglio di Sorveglianza della Società Italiana degli Autori ed Editori, che aveva attribuito a Mogol la carica di presidente onorario.

Ancora, però, non è detta l’ultima parola: il parere della Commissione non è vincolante. La vicenda avrà un epilogo più certo solo nelle prossime ore, quando la questione sarà discussa alla Camera, ma Nastasi, in queste ore, è diventato una pedina della Politica, come era facile presagire: “la votazione che si terrà oggi è stata incardinata dalla presidente Vittoria Casa (M5S). Chiedendo la parola, il leghista Daniele Belotti ha sostenuto che, essendo la nomina già stata bocciata al Senato, non c’era motivo per cui la Camera dovesse pronunciarsi, peraltro per un incarico conferito a fine legislatura”, riporta il Corriere della Sera, aggiungendo che la posizione della Lega sembra segnalare un clima di «”rompete le righe”.

A sostenere, invece, la nomina a Presidente della Siae di Salvatore Nastasi sono Flavia Piccoli Nardelli e Paolo Lattanzio del Pd (relatore), ma anche Michele Anzaldi (Italia viva). “Ricordo che il parere non è vincolante e che la nomina è stata effettuata in seno al consiglio della Siae legittimamente. Quanto al curriculum di Nastasi, non credo che si possa mettere in discussione. Peraltro è già stato vicepresidente della Siae”, ha commentato in commissione Anzaldi.

Classe 1973, Nastasi è nato a Bari. Laureato in Giurisprudenza è avvocato ed esperto di legislazione dei beni culturali, del cinema e dello spettacolo dal vivo. Nastasi è stato nominato, nel 2019, dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini segretario generale del suo dicastero ed è, dal 2018, vicepresidente della Siae.

Nel 2004 è stato insignito della carica di Direttore Generale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, conclusa nel 2015 ed è stato Direttore per lo Spettacolo da Vivo. Negli anni successivi, è stato Capo di Gabinetto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali durante diversi Governi. Nastasi è anche stato Commissario Straordinario di Governo del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro San Carlo di Napoli e dell’Arena di Verona.

È stato Vice Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Commissario di Governo per la bonifica e la riqualificazione dell’area di Bagnoli-Coroglio a Napoli tra il 2015 e il 2018, Nastasi è dal 2016 Presidente dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma e dal 2018 è vicepresidente della Società Italiana degli Autori ed Editori (S.I.A.E.) e Consigliere delegato di Treccani Reti S.p.A.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore