skip to Main Content

Israele lascia Gaza Sud, Conte apre al campo largo, Schlein sfida le correnti. Le prime pagine

Informazione

Israele si ritira dal Sud di Gaza, Conte non chiude al campo largo, Schlein annuncia un codice etico contro le correnti, bonus casa bloccato dagli adempimenti. Le prime pagine

ISRAELE SI RITIRA DAL SUD DI GAZA

La prima notizia del giorno è il ritiro dell’esercito israeliano dal Sud di Gaza, Un cambio di strategia che mira a preparare l’attacco a Rafah. La guerra non è finita, secondo il premier Bibi Netanyahu, sottolinea il Corriere della Sera (“Israele, ritiro dal sud di Gaza”).

“Niente tregua senza il rilascio degli ostaggi”, ha sottolineato il premier israeliano, secondo quanto riporta La Repubblica (“Israele ritira le truppe da Gaza Sud”).

CONTE: IL CAMPO LARGO DIPENDE DA SCHLEIN

Il secondo tema che occupa le prime pagine dei principali giornali è l’annuncio di Giuseppe Conte, leader del M5S sul campo largo: “Il futuro dipende da lei”, ha affermato il leader del M5S, secondo quanto riporta il maggiore quotidiano nazionale (“Conte: Noi leali, il futuro dipende da Elly. E la leader vara un codice etico per i candidati”). Campo largo che incontra lo scetticismo di Antonio Polito, che parla di “rivelazione di una genetica incompatibilità tra Pd e Cinque Stelle” (“Estraneità elettive a sinistra”).

“Conte vuole far pace, ma dopo il voto. Ma nel Pd hanno perso la pazienza” titolano Di Giuseppe e Preziosi in prima pagina su Domani.

SCHLEIN CONTRO LE CORRENTI

La terza notizia del giorno è il lancio di un codice etico per scegliere i candidati del Pd. Elly Schlein ha sottolineato che “le liste saranno espressione del nuovo corso senza ascoltare capibastone e mercanteggiare” (“Schlein, basta correnti”).

Alessandro De Angelis, dalle pagine de La Stampa, suggerisce a Schlein di rileggere l’intervista di Enrico Berlinguer a Eugenio Scalfari sulla questione morale “partiti che non fanno più politica e hanno degenerato” (“Ma adesso Elly si rilegga l’intervista a Berlinguer”).

BONUS CASA E ADEMPIMENTI

La quarta notizia che risalta sulle prime pagine dei giornali sono i 21 passaggi obbligatori che rallentano il rilascio dei bonus casa. Le nuove regole hanno introdotto 12 nuovi passaggi obbligatori per l’invio preventivo delle spese, sottolinea il Sole 24 Ore (“Fisco e immobili. Bonus casa stretti nella morsa degli adempimenti). Tema che torna anche nell’analisi di Mercatilli, intitolata “Alla riqualificazione profonda non servono sussidi mascherati”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top