skip to Main Content

Ravenna resiste all’alluvione, arriva il piano aiuti: le prime pagine

Mattarella

Il piano aiuti per l’Emilia-Romagna dopo l’alluvione, il dissesto idrogeologico, le contestazioni a Roccella durante il Salone del Libro, i ritardi del Pnrr, la caduta di Bahkmut. La rassegna stampa

CORRIERE DELLA SERA

“Romagna, piano per gli aiuti”, apre il maggiore quotidiano nazionale.

L’alluvione torna nel taglio alto, con le parole del sindaco di Ravenna (“Così si è salvata Ravenna”).

Nel fondo spicca il tema della guerra in Ucraina e i piani dell’Unione Europea (“La doppia partita in Europa”).

In spalla risalta la caduta di Bakhmut, città simbolo ucraina, in mano ai russi. “Bakhmut ai russi, Zelensky amaro: solo macerie, come Hiroshima”, è il titolo.

Nella stessa sezione spicca l’intervista a Berlusconi (“Sì, è stata dura. Ho sentito affetto, rinnovo il partito”).

Subito sotto troviamo il successo dei conservatori alle elezioni greche (“Grecia, Mitsotakis vince e pensa a un nuovo voto”).

LA REPUBBLICA

“Dissesto, tutti i fallimenti”, apre il quotidiano Gedi.

“Meloni promette aiuti. Tregua con Bonaccini, ma c’è il nodo commissario”, si legge nel fondo.

Subito sotto troviamo l’argomento rischio ambientale (“Rischio ambientale, priorità per tutti”).

A centro pagina spicca il reportage dall’Emilia Romagna (“La vita di prima finita al macero”).

Nella stessa sezione troviamo l’inchiesta sui Bed&Breakfast (“Città in ostaggio del business Bed&Breakfast”).

In spalla spazio alla polemica nata in seguito alla partecipazione della ministra Roccella al Salone del Libro (“Il sovranismo culturale della destra”).

Subito sotto risalta il tema della guerra in Ucraina (“Al G7 l’India apre a Zelensky. In luglio a Kiev summit di pace”).

LA STAMPA

“Pnrr da rifare, basta soldi alle infrastrutture”, apre il quotidiano torinese.

Tema che torna anche nel taglio alto (“Terza rata ancora ferma e flop degli investimenti”).

Nella stessa sezione grande spazio è dedicato al Salone del Libro (“Recalcati: attenzione al fascismo di sinistra” e “Starnone: Roccella? Giusto sfidare il potere”).

A centro pagina spicca l’alluvione che ha colpito l’Emilia Romagna (“Meloni: subito esenzioni e indennizzi”).

Nella stessa sezione troviamo gli effetti del maltempo (“Distrutta la Fruit Valley”).

Argomento che torna anche nel fondo (“Se la coscienza si sveglia tardi” e “Quanto mi annoia il clima malato”).

Nel taglio basso spazio all’IA (“L’intelligenza artificiale e la stupidità naturale”).

IL SOLE 24 ORE

“Credito, primi allarmi. Il tasso di default torna a crescere”, apre il quotidiano di Confindustria.

Nel fondo spicca il tema alluvione e aiuti (“Alluvione, stop a imposte e tregua fiscale”).

Nella stessa sezione troviamo le previsioni di Bankitalia riguardo il rischio annuale delle inondazioni (“Immobili, perdite fino a 3 miliardi”).

A centro pagina troviamo il tema lavoro, protagonista di due articoli intitolati “Scuola e lavoro ancora lontani: mancano 140 mila tra periti e laureati” e “Smart working, dopo l’emergenza scatta una fase del tutto nuova”.

Tante le notizie in spalla, dalla delega fiscale (“Cedolare secca sugli affitti non abitativi alla sfida dei costi”), alla contraffazione (“Made in Italy, il piano Gdf a tutela delle aziende”), passando per le autonomie locali (“Revisori, il testo unico riparte da soglie e compensi”) e il packaging (“Il packaging punta su creatività e alta tecnologia”).

IL FOGLIO

“La libertà di essere Amis” apre il quotidiano diretto da Claudio Cerasa. “La storia umana di uno scrittore magnifico e di un fantasmagorico gruppo che ha applicato all’amicizia e alla capacità di utilizzare le parole un sentimento eroico. Un modo di stare al mondo che ride di tutto ma prende la letteratura molto sul serio”, si legge nel sottotitolo.

“La maggioranza dà peso per il loro significato identitario, a questioni poco rilevanti e nasconde così i suoi cedimenti al mainstream”, scrive il direttore nel fondo, intitolato “Dividersi solo sulle bandierine è l’indizio di un’Italia matura”.

“Qualche verso di Eliot in aiuto. Ma chi ha voglia di dire a ragazze e ragazzi che siamo a un passaggio della terra, come ce ne sono stati in tutti i secoli, e non alla sua fine apocalittica?”, scrive Giuliano Ferrara subito sotto.

DOMANI

“La crociata di Meloni contro i bambini”, titola in apertura il quotidiano diretto da Emiliano Fittipaldi. “La destra vuole introdurre un altro reato universale. Nel mirino c’è la gestazione per altri. Ma a pagare sono i figli già nati”, si legge nel sottotitolo.

Nel fondo spiccano le contestazioni alla ministra Roccella durante il suo intervento al Salone del Libro (“La sacrosanta contestazione alla ministra Roccella”).

“Meloni in Emilia-Romagna promette risposte immediate”, titola Vanessa Ricciardi nei “Fatti”.

“Uno spettro chiamato recessione. La Bce è ottimista, i mercati meno”, titola Penati nell'”Analisi”.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top