Dal mondo

L’anomala giornata dell’insediamento di Biden alla Casa Bianca

insediamento biden

Mentre Trump si ritira in Florida, Biden si accinge a prestare giuramento in una Washington blindata. Niente folla e nemmeno una vera parata lungo Pennsylvania Avenue, un Inauguration Day silenzioso che rompe le tradizioni

La cerimonia di insediamento di Joe Biden sarà unica nel suo genere, come lo sono state anche le elezioni contro Donald Trump. Washington è blindata e la sua sindaca, Muriel Bowser, giorni fa ha chiesto agli americani di non partecipare fisicamente all’Inauguration Day. Ai pericoli e alle restrizioni legati al Covid-19 si sono aggiunte infatti anche le minacce alla sicurezza.

L’ASSENZA DI TRUMP

Trump, a differenza di quasi tutti i suoi predecessori non è presente all’insediamento di Biden. Dovrebbe atterrare un’ora prima del giuramento in Florida, uno degli Stati a lui fedele. Come riferito dalla Cnn, ad accogliere alla Casa Bianca il nuovo Presidente e la First lady sarà il capo maggiordomo Timothy Harleth. Secondo alcune fonti americane, citate da Repubblica, in ottobre Trump aveva provato alla Casa Bianca il discorso di inaugurazione del suo secondo mandato.

Oltre a non esserci quindi saluti e convenevoli per il cambio di inquilino alla Casa Bianca, non è prevista nemmeno la tradizionale lettera che il presidente uscente lascia al suo successore. L’usanza era nata nel gennaio 1989 con Ronald Reagan che volle lasciare un biglietto a George H.W. Bush. Nel 2017, Barack Obama scrisse a Trump: “Noi siamo solo occupanti temporanei di questo ufficio. Questo ci rende guardiani di quelle istituzioni e tradizioni democratiche per le quali i nostri avi hanno combattuto e versato sangue”.

MISURE DI SICUREZZA

Dopo l’assalto a Capitol Hill è prevista massima allerta. Durante i controlli, fa sapere la Cnn, dodici membri della Guardia nazionale sono stati rimossi dal servizio a causa di presunti legami con le milizie di estrema destra. Tra soldati della Guardia nazionale, agenti federali e di polizia sono in 25 mila a presidiare l’area federale a Washington – nel 2017 per Obama erano più di 11 mila.

La zona adiacente la Casa Bianca, il National Mall, la collina del Campidoglio dove si trovano i palazzi del Congresso, sono inavvicinabile ed è tutto circondato da blocchi di cemento, transenne, autoblindo. Quasi 200 mila bandiere americane sono state allineate sul National Mall in onore degli altrettanti americani che non possono partecipare al giuramento di Biden e Harris.

IL PUBBLICO

Tra il Covid-19 e le minacce alla sicurezza, non ci sarà il bagno di folla che è sempre stato presente in passato quando erano previsti ben 200 mila biglietti che i rappresentanti del Congresso potevano dare ai propri elettori. Per la cerimonia di Obama ci furono circa 2 milioni di persone. Trump disse che alla sua cerimonia d’insediamento era presente la “folla più vasta della storia”, ma le immagini hanno poi dimostrato che in realtà il numero dei partecipanti si aggirava intorno a 600-700 mila.

Quest’anno la priorità è la sicurezza dei cittadini e per questo i soli circa mille partecipanti ammessi alla cerimonia dovranno indossare la mascherina e rispettare il distanziamento sociale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore