skip to Main Content

Ben Wallace è il favorito alla segreteria generale della Nato?

Ministro Difesa Wallace

Il ministro della Difesa britannico è tornato al centro dei rumors sulla successione alla guida dell’Organizzazione dopo Jens Stoltenberg

La visita della premier italiana Giorgia Meloni a Londra è ruotata principalmente attorno al tema dell’immigrazione. La leader di Fratelli d’Italia, durante la sua trasferta, ha dovuto fare i conti anche con l’inaspettato ko della maggioranza sul voto allo scostamento del Def. Un peccato di superbia poi rientrato 24 ore dopo, venerdì scorso.

Ma sul tavolo condiviso con Rishi Sunak, inquilino di Downing Street 10, è tornata anche la questione del futuro segretario generale della Nato.

LA RICHIESTA DI RISHI SUNAK SULL’ATTUALE MINISTRO DELLA DIFESA

Il nome in questione, tirato fuori dal capo del governo d’Oltremanica, è quello di Ben Wallace. Si tratta dell’attuale Segretario di Stato per la Difesa, Sunak avrebbe richiesto informalmente a Meloni di appoggiare la sua candidatura  per la successione alla segreteria generale della Nato dopo Jens Stoltenberg.

Il tempo scorre e la questione si fa sempre più urgente. Policy Maker la segue dagli inizi e, da ultimo, soltanto due settimane fa raccontavamo del nuovo nome arrivato sulla scena: Giuseppe Cavo Dragone, Ammiraglio di squadra.

E’ vero, la guerra in Ucraina non cessa e dunque va sempre tenuta in considerazione l’ipotesi continuità, con un nuovo prolungamento del mandato di Stoltenberg. C’è poi, sullo sfondo ma neanche troppo, lo scenario legato al rinnovo dei vertici europei nel 2024. I nomi circolati e circolanti, in ogni caso, sono tanti.

LA RISPOSTA ITALIANA

Meloni come ha reagito di fronte a questa proposta informale di Sunak? Prendendo tempo, hanno riportato i giornali italiani. “Promettendo di valutare l’opzione. Non si è insomma sbilanciata”, scrive Repubblica. Citando la delicatezza dei rapporti tra gli alleati, tra i partner europei e, appunto, il dossier delle nomine brussellese del prossimo anno.

CHI E’ BEN WALLACE, CAPO DELLA DIFESA BRITANNICA

Ma chi è Ben Wallace? L’attuale ministro della Difesa di Londra ha assunto questo ruolo nel 2019, si è formato alla Royal Military Academy e fa politica dal 1999, quando entrò nel parlamento scozzese. Dal 2005 è entrato nelle Aule londinesi, invece,e eletto deputato conservatore per Wyre e Preston North nel maggio 2010. Già deputato per Lancaster e Wyre nel 2005, Wallace è stato ministro per la Sicurezza agli Interni dal 2016 al 2019.

Parlando con Repubblica a febbraio scorso, disse che “il 2023 sarà un anno importante. Di fronte abbiamo un leader come Vladimir Putin il cui ultimo pensiero sono i suoi connazionali uccisi in battaglia”. Sin da Boris Johnson, Londra è stata in primissima fila nel sostegno a Kyiv, anche per la sua entrata nella Nato. “Io e il ministro Crosetto siamo molto vicini. Regno Unito e Italia stanno collaborando sempre di più in campo militare”, aggiunse sviando alla domanda sui rapporti con lo zar di Mosca di Salvini e Berlusconi.

Il suo nome per la guida della Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico, comunque, non è nuovo. Sempre a febbraio, Politico scriveva che “Wallace dovrebbe superare l’opposizione dei membri della NATO che spingono per una segretaria generale donna o qualcuno dell’Europa orientale. La Francia preferisce anche un candidato dell’UE a gestire l’organizzazione. La decisione richiede un consenso da parte dei 30 membri della NATO e c’è una pletora di potenziali corridori”. La speranza, di Sunak e di Wallace, dunque dovrà ancora ricevere nuove rassicurazioni.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore