skip to Main Content

Elezioni in Germania, come si forma il governo?

Germania

Facciamo chiarezza sul sistema elettorale vigente in Germania, sull’assetto istituzionale e sull’equilibrio tra Cancelleria e Bundestag

Domenica 26 settembre in Germania si sono svolte le elezioni legislative per il rinnovo del parlamento federale, il Bundestag. Chiamati al voto circa 60 milioni di tedeschi. Sebbene gli opinionisti facciano soprattutto nomi di possibili leader, in Germania non c’è alcuna elezione diretta del capo del governo: sarà la ripartizione dei seggi a le varie forze politiche a esprimere una coalizione e a votare per scegliere il nuovo cancelliere che succederà ad Angela Merkel.

IL SISTEMA DI VOTO IN GERMANIA

L’elezione del Cancelliere è descritta all’articolo 63 della Legge fondamentale (Grundgesetz) della Repubblica federale tedesca. Semplificando, potremmo dire che col voto gli elettori sono chiamati a rinnovare il Bundestag, che a sua volta cerca la maggioranza per esprimere un capo del governo. Il cancelliere viene infatti eletto dall’Aula una volta che si sarà formata una coalizione di governo. Prima occorre allora comprendere il meccanismo alla base del rinnovo del Bundestag. Dal 1949 i cittadini tedeschi eleggono per un periodo di quattro anni i propri deputati per il Deutscher Bundestag secondo i principi della votazione generale, diretta, libera, uguale e segreta. I deputati eletti, così recita la Legge fondamentale della Repubblica Federale di Germania, “sono i rappresentanti di tutto il popolo, non sono vincolati né a mandati né a direttive e sono soggetti unicamente alla loro coscienza”.

L’ANOMALIA DEI DUE VOTI

A partire dalle seconde elezioni del Deutscher Bundestag nel 1953 gli elettori esprimono due voti. Con il primo voto eleggono direttamente un candidato del loro rispettivo collegio elettorale. La Germania è suddivisa in 299 collegi elettorali in ognuno dei quali vivono circa 250.000 cittadini tedeschi. Con il secondo voto gli elettori scelgono un determinato partito. Ma non è finita qui, perché 299 degli almeno 598 mandati per il Bundestag dipendono dalle cosiddette liste regionali. Le liste possono essere inoltrate soltanto dai partiti. E sono sempre i partiti a decidere l’ordine in cui i candidati ricevono i seggi parlamentari, riservati al loro partito in ogni regione.

L’ordine dei candidati sulle liste è fissato precedentemente durante il congresso del rispettivo partito. Se un deputato si dimette dal Parlamento, viene sostituito dal primo candidato, non ancora entrato nel Bundestag, che si trova sulla lista regionale del partito per il quale il dimissionario era entrato nel Bundestag. Se sulla lista regionale non ci sono più candidati disponibili, il seggio parlamentare rimane vuoto. Ogni partito deve aver ricevuto almeno il cinque per cento dei secondi voti a livello nazionale per essere rappresentato nel Bundestag.

Trovata una maggioranza di governo, il presidente federale propone un candidato che sarà votato dai deputati mediante votazione segreta. Sarà eletto il cancelliere in pectore che riceve la maggioranza assoluta dei voti del Parlamento. Se il proposto non viene eletto, il Bundestag può, entro quattordici giorni dalla votazione, eleggere un Cancelliere federale a maggioranza dei suoi membri, decorso tale termine senza nuove proposte, si terrà una nuova elezione in cui passa chi ottiene la maggioranza relativa.

COSA FA IL PRESIDENTE DEL BUNDESTAG

Vista la centralità del Bundestag è utile allora comprendere anche le funzioni del suo numero 1. Assieme alle sue vicepresidenti e ai suoi vicepresidenti, il presidente forma l’Ufficio di Presidenza del Bundestag che viene eletto per quattro anni corrispondenti alla durata della legislatura. Il Presidente del Parlamento tedesco rappresenta il Bundestag all’interno e all’esterno. Nell’ordine protocollare il Presidente del Bundestag occupa il secondo posto nello Stato, prima ancora del Cancelliere e del Presidente del Bundesrat.

Il Presidente del Bundestag presiede le sedute parlamentari. Annuncia i punti dell’ordine del giorno e concede la parola agli oratori. Inoltre provvede a mantenere l’ordine parlamentare. Presiede le sedute plenarie con l’aiuto delle vicepresidenti e dei vicepresidenti. Il Presidente del Bundestag ricopre anche la carica di capo dei dipendenti parlamentari ed esercita il potere di polizia nonché il potere d’ordine negli edifici parlamentari.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore