Dal mondo

Il Covid infuria nel Pacifico, che succede in Giappone e Australia?

giappone covid
Tokyo, Giappone

A Sidney potrà ‘evadere’ dal lockdown soltanto chi farà la doppia dose. In Giappone invece lo stato di emergenza per Covid è stato nuovamente protratto

Non migliora la situazione sanitaria nel cuore del Pacifico, sull’arcipelago nipponico e in Australia. Il Giappone, che pure è riuscito nella scommessa di celebrare le Olimpiadi 2020 (nel 2021) contenendo le nuove infezioni (balzate sulle 25mila unità al giorno) ha annunciato che estenderà le restrizioni di emergenza introdotte per limitare la diffusione del Covid-19 a Tokyo e in altre prefetture interessate da focolai fino alla fine del mese.

IL GIAPPONE TEME GLI OSPEDALI PIENI PER COVID

Il governo ha dovuto ammettere che, a fronte degli ultimi dati disponibili, a detta della task force di scienziati che consiglia l’esecutivo è ancora troppo presto per abbassare la guardia e ha spiegato che si tratta di misure utili a evitare che gli ospedali vengano travolti da una improvvisa impennata dei ricoveri. L’arcipelago è ormai nel pieno della quinta ondata di Coronavirus e la decisione di estendere le restrizioni fino al 12 settembre era stata presa dal governo centrale proprio per coprire il delicato periodo dei Giochi. Tuttavia, il numero di casi gravi e la pressione sul sistema medico non sono diminuiti a sufficienza a Tokyo e nelle aree circostanti per consentire la revoca delle restrizioni. Il governo prolungherà le misure fino al 30 settembre, anche per Osaka, ha dichiarato il ministro dell’Economia Yasutoshi Nishimura. Tra le misure previste, la chiusura anticipata dei ristoranti e il divieto di servire alcolici.

IN AUSTRALIA NIENTE LOCKDOWN PER I VACCINATI

Un po’ più a Sud, gli abitanti di Sydney, in Australia, sono invece ormai alla decima settimana dell’ennesimo lockdown. Le autorità locali stanno comunicando alla popolazione che parte delle restrizioni potrebbe terminare con ottobre soltanto se si raggiungerà l’obiettivo del 70% di popolazione vaccinata. In particolare, è allo studio la possibilità di far terminare le misure di confinamento solo per le persone che avranno ricevuto due dosi di vaccino e se il target di immunizzazione verrà raggiunto nello Stato del Nuovo Galles del Sud, in cui si trova Sydney. Non sono state indicate date precise, ma dai calcoli effettuati l’allentamento delle misure sembrerebbe possibile a partire da ottobre, ovvero dopo circa 4 mesi di lockdown.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore