skip to Main Content

Come e perché nel 2022 sono aumentati gli attacchi informatici. C’entra la guerra

Polizia Postale

Secondo i dati della Polizia postale, “il conflitto russo-ucraino ha comportato una recrudescenza nell’attività di attori ostili”

“Nell’attuale e particolare contesto internazionale, l’escalation delle tensioni geopolitiche connesse al conflitto in Ucraina continua ad avere significativi riverberi anche in materia di sicurezza cibernetica”. I dati dell’ultimo rapporto diffuso dalla Polizia postale sono chiari: il 2022 ha visto aumentare le criticità delle operazioni online. In un anno, gli attacchi rilevati sono cresciuti del 138%.

LA GUERRA RUSSA, UN ACCELERATORE DEI CRIMINI ONLINE: I DATI DELLA POLIZIA POSTALE

“In particolare – sottolinea la relazione –  il Servizio polizia postale ha implementato l’attività informativa e di monitoraggio ad ampio spettro, esteso anche al dark web, attivando canali di diretta interlocuzione dedicati allo scenario in atto con Europol, oltre che con Interpol e FBI, con l’obiettivo di elevare il livello di attenzione con particolare riguardo al settore economico/finanziario, tradizionalmente oggetto di interesse da parte di compagini criminali con connotazione state sponsored“.

Se nel 2021 le persone indagavano erano 187, nell’anno appena concluso sono risultate essere il 78% in più: 332. Per un passaggio da 5.434 a12.947 attacchi rilevati.

Crescono del 2% gli “alert diramati”: da 110.524 a 113.226 e le richieste di cooperazione HTC da 60 a 77 (+28%).

La Polizia postale ha quindi registrato “campagne massive a livello internazionale dirette verso infrastrutture critiche, sistemi finanziari e aziende operanti in settori strategici quali comunicazione e difesa, tra le quali figurano campagne di phishing, diffusione di malware distruttivi (specialmente Ransomware), attacchi Ddos, campagne di disinformazione e leak di database. Inoltre, alcuni tra i più pericolosi gruppi di hacker criminali hanno deciso di schierarsi a favore della Russia, altri con l’Ucraina, prendendo di fatto parte al conflitto nel c.d. “dominio cibernetico”. Operazioni che hanno paralizzato “servizi e sistemi critici mediante la cifratura dei dati contenuti”.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore