skip to Main Content

Italia è ultima tra i paesi Ocse per crescita degli stipendi

Stipendi

In trent’anni in Italia gli stipendi non sono (di fatto) cresciuti. I dati Ocse 

Mentre l’inflazione erode il potere di acquisto dei cittadini, gli stipendi degli italiani crescono. Pochissimo, a dire il vero: in trent’anni, l’aumento è stato dello 0,3%: un numero infinitesimale se si guarda alle percentuali di crescita di francesi, inglesi e tedeschi.

Triplicano, quasi, in trent’anni, gli stipendi di Lituania ed Estonia.

Andiamo per gradi.

Il rialzo del salario

Partiamo da quella che possiamo definire una bella notizia. Il 2021 è il primo anno, complice l’aumento del Pil dovuto alla ripresa post pandemia, in cui gli stipendi degli italiani hanno registrato un lieve aumento, pari al 3,9%. Lo stipendio medio italiano, nel 2021, si è attestato a 29.694 euro.

Un aumento insignificante

Peccato che negli ultimi 30 anni, dal 1991 al 2020, l’Italia è sempre stato l’unico Paese Ocse in cui lo stipendio medio ha subito dei cali e che dal 1991 al 2021, se l’aumento è vero che c’è stato, è anche vero che è stato quasi impercettibile: +0,3%.

E’ un aumento “infinitesimale rispetto agli aumenti di cui hanno goduto i lavoratori tedeschi, francesi e inglesi per non parlare di quelli dell’Est Europa e degli statunitensi”, riporta Il Fatto Quotidiano, che ha visualizzato le tabelle.“Nella Penisola i valori sono stati altalenanti ma tendenzialmente stagnanti per tutto il trentennio. Il valore massimo (31.080 euro) è stato raggiunto nel 2010, prima che gli effetti della crisi dei mutui subprime si riverberassero sulle economie europee: a quel livello non siamo più tornati e nel 2020 dei lockdown si è registrato un deciso picco negativo (28.559 euro)”, spiega il quotidiano.

Il resto d’Europa

Se si guarda ai cugini francesi, l’aumento è stato di  del 33,9%, lo stipendio ha raggiunto i 40.115 euro. Più alto ancora quello dei tedeschi: cresciuto del 33,6%, tocca quota 43.722 euro. La Spagna, dove gli stipendi hanno ristagnato un aumento del 4,7% rispetto al 1991, si piazza terzultima, per uno stupendio pari a 27.483 euro.

A registrare l’aumento più significativo, in questi trent’anni, è stato registrato da Lituania (+292), Lettonia (+218) ed Estonia (256%).

stipendi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore