skip to Main Content

Quanto dura l’efficacia del vaccino Pfzier? Ce lo dice uno studio

Vaccino Pfizer

L’efficacia del prodotto Pfizer contro i ricoveri per tutte le varianti, inclusa Delta, è rimasta al 90% per almeno 6 mesi

L’efficacia del vaccino Pfizer / BioNTech contro le infezioni da Coronavirus diminuisce fortemente nell’arco di 6 mesi, passando dall’88% registrato un mese dopo le 2 dosi al 47% dopo il primo semestre. Tuttavia, ed è l’aspetto più importante, l’efficacia dell’iniezione contro i ricoveri per tutte le varianti, inclusa la temuta Delta, è rimasta alta, attorno al 90%, per almeno 6 mesi. È il dato che emerge da uno studio del consorzio Kaiser Permanente e di Pfizer, pubblicato su The Lancet.

 

Leggi anche: Vaccini, quanto dura l’efficacia della seconda dose di Moderna?

I ricercatori hanno fatto alcune scoperte di primissima importanza. Per esempio, le riduzioni di efficacia contro le infezioni nel tempo sono probabilmente dovute proprio al declino dell’effetto scudo e non, come era stato ipotizzato finora, alla variante Delta capace di ‘bucare’ i prodotti messi a punto finora. Questi risultati, concludono gli esperti, sottolineano “l’importanza di aumentare i tassi di vaccinazione in tutto il mondo e di monitorare l’efficacia del vaccino nel tempo per determinare quali popolazioni dovrebbero avere la priorità per i richiami”.

I risultati comunicati dagli autori del lavoro sono coerenti con i report preliminari dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) e del ministero della Salute israeliano, che hanno riscontrato riduzioni nella protezione dal contagio dopo circa 6 mesi. “Il nostro studio conferma che i vaccini sono uno strumento fondamentale per controllare la pandemia e rimangono altamente efficaci nella prevenzione di malattie gravi e ospedalizzazione, anche da Delta e altre varianti di preoccupazione – afferma l’autrice principale, Sara Tartof, del Dipartimento di ricerca e valutazione della Kaiser Permanente della California meridionale.

“La protezione contro l’infezione diminuisce nei mesi successivi a una seconda dose. Sebbene questo studio fornisca la prova che l’immunità diminuisce per tutti i gruppi di età che hanno ricevuto il vaccino, il Comitato consultivo dei Cdc sulle pratiche di immunizzazione ha richiesto ulteriori ricerche per determinare se il richiamo dovrebbe essere reso disponibile a tutti i gruppi d’età idonei per questo vaccino”.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore