Fact Checking

Terza dose: cosa fanno gli altri Paesi?

terza dose

L’Ema non si è ancora pronunciata ma Draghi si è già espresso a favore della terza dose visti gli effetti positivi della campagna vaccinale. E negli altri Paesi cosa sta succedendo?

L’Agenzia europea del farmaco (Ema) sta prendendo tempo sulla necessità o meno di somministrare una terza dose di vaccino anti Covid, ma intanto i Paesi stanno già iniziando a muoversi in ordine sparso.

LA POSIZIONE DELL’EMA

L’Ema che non ha ancora riferito il proprio parere ufficiale su modalità e tempi in merito all’ulteriore richiamo ha fatto però sapere che “non essendoci un’indicazione della nostra agenzia sanitaria, i Paesi che sono partiti con la terza dose se ne assumono tutte le responsabilità”.

Praticamente, in caso di problemi, le conseguenze ricadranno sui Paesi e non sulle case farmaceutiche.

ITALIA

L’Italia non ha ancora chiarito il suo piano a lungo termine, ma il ministro della Salute, Roberto Speranza, in conferenza stampa ha annunciato che a fine settembre si partirà con la terza dose per i soggetti fragili.

vaccino

FRANCIA

La Francia ha anticipato quella che potrebbe essere a breve la strategia italiana. Dal 1° settembre, infatti, ha iniziato a somministrare il terzo richiamo ai pazienti con patologie gravi e agli over 65.

GERMANIA

Al via entro fine settembre anche la Germania che darà la priorità ad anziani, fragili e immunodepressi. Anche coloro che sono stati vaccinati con AstraZeneca o Johnson&Johnson riceveranno la terza dose, ma questa volta con Pfizer o Moderna.

REGNO UNITO

Il Regno Unito doveva partire il 6 settembre, ma si attende ancora l’ok definitivo. Intanto, il governo Johnson ha acquistato 100 milioni di fiale del siero di Pfizer.

BELGIO

Le somministrazioni partiranno nei prossimi giorni, precedenza a immunodepressi e pazienti oncologici.

vaccino

LUSSEMBURGO

In Lussemburgo gli immunodepressi per ora sono gli unici a essere presi in considerazione per il richiamo e la procedura è già stata avviata.

AUSTRIA

Dal 17 ottobre, terza dose da 6 a 9 mesi dopo la seconda per gli over 65 e le persone fragili.

SPAGNA E PORTOGALLO

Sia Spagna che Portogallo per il momento restano in attesa delle indicazioni dell’Ema.

GRECIA

La Grecia pensa alla terza dose per gli immunodepressi, ma non c’è ancora una data.

SLOVENIA

La Slovenia, invece, si è già portata avanti e ha iniziato le somministrazioni a fragili e immunodepressi nel corso dell’estate.

vaccino

LITUANIA

Anche in Lituania la terza dose è già disponibile da agosto per gli immunodepressi 6 mesi dopo la seconda dose e da ottobre lo sarà anche per tutte le altre categorie.

UNGHERIA

L’Ungheria mette a disposizione di chi vuole la terza dose. L’unica condizione è che siano trascorsi almeno 4 mesi dalla seconda.

USA

Negli Stati Uniti, chi ha completato il ciclo vaccinale da almeno 8 mesi, riceverà dal 20 settembre il terzo richiamo.

ISRAELE

Precursore tra tutti i Paesi, Israele ha iniziato a luglio le somministrazioni e ora la terza dose è disponibile a partire dai 12 anni.

Leggi anche: Cosa pensa Draghi su terza dose e Green Pass sul luogo di lavoro

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore