Insider

Chi è Alessandra Clemente, l’erede di De Magistris a Napoli

alessandra clemente napoli

Impegnato nella campagna per diventare il presidente della Regione Calabria, Luigi de Magistris lascia il lavoro svolto da sindaco in due mandati nelle mani di Alessandra Clemente che nominò Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli nel 2013

Il sindaco uscente di Napoli, Luigi de Magistris, candidato ora per la presidenza della Regione Calabria, la scelse come Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli nel 2013, adesso Alessandra Clemente proverà a diventare la sua erede alle amministrative di ottobre.

CHI È ALESSANDRA CLEMENTE

Alessandra Clemente è nata nel 1987 a Napoli, nel quartiere Vomero. A soli dieci anni perde la madre, Silvia Ruotolo, rimasta colpita dal fuoco incrociato della camorra sulla strada dove stava camminando per mano con il figlio più piccolo.

Questa tragedia ha inevitabilmente segnato le scelte di Clemente, soprattutto quella di candidarsi e partecipare attivamente alla vita politica affinché “non accada mai più che una persona innocente venga uccisa, che i suoi figli restino soli, ma anche che un bambino o una bambina crescano in un contesto tanto deprivato culturalmente, socialmente, economicamente ed emotivamente da prendere una strada sbagliata rispetto a quella del bene, proprio e altrui”, scrive sul suo sito. Con il padre e il fratello ha realizzato la Fondazione Silvia Ruotolo.

Dopo la maturità si è laureata in Giurisprudenza e ha iniziato a lavorare alla Federazione Anti Racket Italiana. Nel 2013, all’età di 25 anni, dopo un periodo di formazione post-laurea a New York presso la Rennert School, ha ricevuto da parte del sindaco de Magistris la nomina di Assessore alle Politiche Giovanili, creatività e innovazione del Comune di Napoli.

GLI ALTRI INCARICHI POLITICI

Alle successive elezioni si è candidata al Consiglio Comunale ed è stata scelta con 4966 preferenze. Insieme alla delega ai giovani e alle politiche giovanili, innovazione e creatività, nel tempo ha ricevuto deleghe alla polizia locale e alla sicurezza urbana, partecipando ai Comitati d’Ordine pubblico e Sicurezza in Prefettura, protezione civile e servizio civile nazionale, alle municipalità, mobilità sostenibile, infrastrutture e lavori pubblici, patrimonio, toponomastica cittadina, made in Naples, immagine della città.

I SONDAGGI

Secondo gli ultimi sondaggi, il candidato giallorosso Gaetano Manfredi è in testa (40-44%) ma sembra comunque condannato al ballottaggio dove dovrà vedersela con il candidato del centrodestra Catello Maresca (20-24%) o proprio con Clemente (18-22%). L’ex sindaco e presidente di regione Antonio Bassolino, si ferma invece al quarto posto (10-14%).

I dati sulla fiducia, nonostante la diaspora di molti esponenti politici dal movimento di de Magistris, confermano anche che Clemente convince e si posiziona infatti solo dietro a Manfredi.

Leggi anche: Napoli | Bassolino, Manfredi e Maresca fanno incetta di transfughi della giunta uscente

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore