Insider

Chi è Ciro Buonajuto, il nuovo vice di Decaro all’Anci (e renziano DOC)

Ciro Buonajuto

Ciro Buonajuto è stato nominato vicepresidente nazionale dell’Anci. Da sindaco di Ercolano a vice di Decaro, l’addio al Pd e l’adesione a Italia Vita

Il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, dopo aver stravinto un mese fa alle elezioni amministrative (per la seconda volta) con l’80% delle preferenze (è anche il sindaco più votato d’Italia), è stato ora scelto come vicepresidente nazionale dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci). “È per me motivo di orgoglio e allo stesso tempo di responsabilità. Da sindaco conosco bene le difficoltà e le sfide che quotidianamente siamo chiamati ad affrontare nell’interesse delle comunità che amministriamo e lungo questo solco continuerò il mio operato” ha scritto il sindaco in una nota.

CHI È CIRO BUONAJUTO

Ciro Buonajuto è nato a Napoli nel 1977 e si è laureato in Giurisprudenza nel 2002 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Ha poi conseguito un master in Professione e Leadership e dal 2016 è cultore della materia in Istituzioni di Diritto Privato presso l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. È stato inoltre selezionato dal governo USA per la partecipazione al progetto “International Visitor Leadership Program” organizzato dal “U.S. Department of State’s Bureau of Education and Cultural Affairs”.

LO STUDIO BUONAJUTO

È iscritto al Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Napoli dal 2007 ed è membro dello studio legale “C. & A. Buonajuto” dove si occupa di diritto civile, diritto bancario, diritto del lavoro, diritto tributario e diritto amministrativo. Tra i principali clienti dello studio figurano Acea, Allianz, Eni, Cariparma, Sintermar, Automar e Grimaldi Terminal Euromed. Precedentemente era stato nominato dal ministero dello Sviluppo Economico in qualità di Commissario liquidatore di società cooperative operanti nel territorio nazionale.

L’ADDIO AL PD E L’ADESIONE A ITALIA VIVA

Buonajuto è stato presidente del Consiglio Comunale di Ercolano da marzo a giugno nel 2010 e contemporaneamente consigliere comunale fino al 2015 quando poi è stato eletto la prima volta sindaco di Ercolano con il Pd. È stato membro della direzione nazionale del Pd dal 2013, per il quale ha rivestito i ruoli di responsabile nazionale del Dipartimento Giustizia da luglio 2017 a luglio 2018 e membro della Commissione elettorale di garanzia per le elezioni politiche 2018. Nel settembre 2019, Buonajuto aveva dichiarato “Per ora rimango dove sono. Renzi è un amico ma la sua è e rimane un’operazione parlamentare. E io faccio il sindaco”. A ottobre, in occasione della Leopolda a Firenze, ha poi annunciato l’adesione al partito di Matteo Renzi.

L’AMICIZIA CON RENZI

“È stata una scelta difficile, non ci ho dormito la notte. Infine, ho ritenuto che a Ercolano, come in tanta parte del Paese, c’è una fetta di gente che si è stancata di un certo modo di fare politica e preferisce identificarsi in movimenti civici. Tra l’altro mi lega un saldo rapporto politico a Renzi, che credo sia stato un ottimo presidente del consiglio. Il Pd è stato il partito grazie al quale a Ercolano è stato svolto un lavoro straordinario” ha dichiarato in un’intervista. Nonostante i traguardi raggiunti con il Pd, Buonajuto ha scelto di unirsi a Italia Viva perché “c’è l’ambizione di costruire un’area civica che possa aggregare chi cerca nuovi modi di fare politica. Italia Viva è un partito riformista che può accogliere i tanti cittadini che chiedono nuovi spazi di confronto. Ma non è un’operazione in contrasto con il centrosinistra perché io sono e resto un sindaco di centrosinistra”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore