Insider

Chi è Jill Biden, la First Lady di origini italiane

jill biden

Jill Biden, la First Lady di origini italiane che ringiovanisce l’immagine di ‘Sleepy Joe’. La sua storia, dall’appuntamento al buio in cui ha conosciuto il Presidente ai compiti di classe corretti sull’Air Force Two

Di origini italiane, nata in New Jersey e cresciuta in Pennsylvania. Jill Tracy Jacobs, il suo nome completo da nubile, è nata nel 1951. I suoi nonni emigrarono negli Stati Uniti da Gesso, un piccolo villaggio in provincia di Messina. Il nonno, Gaetano Giacoppa, stanco delle storpiature della pronuncia del cognome, lo anglicizzò in Jacobs.

CHI È JILL BIDEN

Jill Biden ha una laurea, due master e un dottorato. Dopo aver iniziato e mai portato a termine un corso di Fashion merchandising, si è presa un anno sabbatico per poi iscriversi al corso di inglese dell’Università del Delaware. Ancora studentessa si è sposata con un ex giocatore di football del college, Bill Stevenson, dal quale però ha divorziato poco tempo dopo.

L’INCONTRO CON JOE E LA FAMIGLIA

Nel 1975, Frank Biden, fratello di Joe, organizzò un appuntamento e fu in quell’occasione che Jill conobbe il futuro marito, allora senatore del Delaware che, tre anni prima, aveva perso la moglie Nelia e la figlia Naomi di un anno in un incidente stradale. Jill viene chiamata da tutti Dr Jill proprio per rispetto alla prima signora Biden.

Il Presidente, prima che Jill accettasse, ha dovuto chiederle cinque volte di sposarlo. La First Lady ha spiegato che l’esitazione era dovuta a quanto si era affezionata ai due figli di Joe: “Amavo così tanto i ragazzi. Dovevo essere sicura che sarebbe stato per sempre”. La coppia si è poi sposata a New York il 17 giugno 1977 e quattro anni dopo è nata la loro figlia Ashley.

Leggi anche: Joe Biden, il candidato a un passo dalla Casa Bianca

Nel suo intervento alla convention dei democratici, aveva detto: “Se la nazione verrà affidata a Joe, lui farà per le famiglie americane ciò che ha fatto per la nostra”, sottolineando come il marito sia riuscito a tenere unita la famiglia nonostante i terribili lutti da cui è stata colpita. Dopo la perdita della prima moglie e della figlia piccola, nel 2015 un’altra tragedia ha infatti travolto la sua famiglia: il figlio Beau, veterano della guerra in Iraq, procuratore generale del Delaware, una brillante carriera politica davanti, se n’è andato per un tumore al cervello.

L’AMORE PER L’INSEGNAMENTO

Dopo essersi laureata, Jill ha iniziato a insegnare prima in alcune scuole pubbliche e in un ospedale psichiatrico, poi all’università. La passione per il suo lavoro non l’ha mai abbandonata. Nonostante la carriera del marito e il ruolo di Second Lady, non ha mai lasciato l’insegnamento perché ha dichiarato: “è importante che il Paese sappia quanto è fondamentale questo lavoro e il valore aggiunto degli insegnanti”.

In diverse interviste, precedenti all’elezione di Biden, ha sempre ribadito che avrebbe continuato a lavorare. “Insegnare non è quello che faccio. È quello che sono”, ha twittato lo scorso agosto prima di un discorso alla convention democratica.

CHE FIRST LADY SARÀ JILL BIDEN?

Biden, al termine dell’intervento di Jill alla convention, per descrivere la moglie ha detto: “Per tutti voi là fuori, pensate al vostro insegnante preferito che vi ha dato la fiducia necessaria per credere in voi stessi. Questo è il tipo di first lady che Jill Biden sarà”.

L’IMPEGNO SOCIALE

Nel corso degli otto anni in cui il marito è stato il vicepresidente di Obama, Jill oltre a portare avanti famiglia e lavoro non ha trascurato l’impegno per il sociale. Si è data da fare per le famiglie dei militari, per i community college e si è concentrata sulla lotta contro il cancro al seno. Nel 1993 ha dato vita alla Biden Breast Health Initiative nel Delaware, che si occupa di sensibilizzare, soprattutto i giovani, sull’importanza della diagnosi precoce.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore