skip to Main Content

Come Renzi e Calenda si preparano alle regionali di Lazio e Lombardia

Renzi Calenda

Renzi e Calenda sono pronti ad allearsi, anche con il Pd, alle prossime regionali di Lazio e Lombardia

A pochi giorni dalle elezioni politiche, c’è chi guarda oltre la formazione dell’attuale governo e inizia ad organizzare la propria squadra per le prossime regionali, come quelle di Lazio e Lombardia, le cui date ancora non sono decise. È il caso di Carlo Calenda e Matteo Renzi, che questa volta cercano alleanze per poter salire con i consensi.

Regionali: le parole di Carlo Calenda

“Il sistema elettorale delle Regioni è quello che è, e non prevede il doppio turno. E di questo ne terremo conto per eventuali alleanze”, ha dichiarato nelle scorse ore Carlo Calenda, che in queste ore dovrebbe parlare con Matteo Renzi per definire “una linea per Lazio e Lombardia”, senza escludere la possibilità di possibili alleanze con il PD.

E Renzi?

Aperto a nuove alleanze e nuovi dialoghi anche Matteo Renzi. “C’è l’opposizione riformista, quella nostra e di Calenda e l’opposizione populista di Conte. Il Pd deve scegliere”, ha detto Renzi, aggiungendo: “Se la Schlein fa la segretaria del Pd le garantisco mezzo Pd viene con noi”.

Anche il M5Stelle guarda a nuove alleanze per le regionali

L’idea delle alleanze sfiora anche il Movimento 5 stelle, che guarda a Sinistra-Verdi per il Friuli Venezia Giulia. Nessun incontro in vista, ma proprio in virtù delle elezioni Regionali del 2023 è già avvenuto uno scambio pubblico di reciproco riconoscimento.

L’assist della segreteria di Sinistra-Verdi

Proprio la segreteria regionale di Sinistra e Verdi ha affermato: “In un quadro segnato dalla vittoria di Giorgia Meloni, dalla tenuta del Movimento Cinquestelle nonostante i canti funebri intonati alla caduta di Draghi, dalla débacle della Lega e dall’arida percentuale del Pd, è chiaro che l’’agenda Draghi’ non ha premiato elettoralmente, anzi ha favorito chi vi si è opposto dall’inizio o all’ultimo momento”.

“Ciò significa che tra i progressisti italiani e del Friuli Venezia Giulia – dicono Sinistra e Verdi – c’è una richiesta di risposte radicali sulla questione sociale ed ambientale. Riteniamo fondamentale lavorare alla ricomposizione del fronte di opposizione, riconoscendo il ruolo progressista dei Cinquestelle in regione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore