skip to Main Content

Cosa sappiamo sulle terapie monoclonali raccomandate all’Ema

Terapie Monoclonali Laboratorio Algoritmo Covid

Le terapie monoclonali, in attesa dell’ok sul Molnupiravir, rappresentano a oggi la sola cura al Covid. Il Comitato per i medicinali a uso umano dell’Agenzia europea del farmaco Ema ha raccomandato di autorizzare due terapie: Ronapreve  e Regkirona

Terapie monoclonali. Due termini divenuti famigliari a milioni di italiani perché, durante l’apice delle prime ondate, sembravano le sole cure “pronte all’uso”, o quasi. E l’Italia pareva capofila, con il lavoro di Rino Rappuoli e del suo team in quel di Siena.

Lo studio sulle terapie monoclonali prosegue: se usate in tempo risolvono il problema in più del 95% dei casi. E quelli di seconda generazione, ideati dal professor Rappuoli, sono tutt’ora testati allo Spallanzani. E saranno prodotti in Italia, nel Lazio.

Leggi anche: Molnupiravir, come funziona e quando arriva la pillola che cura dal Covid?

Intanto, il Comitato per i medicinali a uso umano (Chmp) dell’Agenzia europea del farmaco Ema ha raccomandato di autorizzare due terapie a base di anticorpi monoclonali contro Covid-19. Si tratta di Ronapreve (casirivimab/imdevimab) e Regkirona (regdanvimab). A dare notizia della decisione degli esperti è stata l’Ema stessa, che spiega come questi siano i “primi anticorpi monoclonali” anti Sars-CoV-2 “raccomandati per l’autorizzazione all’immissione in commercio” dall’ente Ue.

Il comitato ha raccomandato di autorizzare Ronapreve per il trattamento di Covid negli adulti e negli adolescenti a partire dai 12 anni di età, e con un peso di almeno 40 chilogrammi, che non richiedono ossigeno supplementare e che sono a maggior rischio di peggioramento della malattia. Ronapreve può essere utilizzato anche per prevenire Covid in persone di età pari o superiore a 12 anni che pesano almeno 40 chilogrammi.

La società che ha richiesto l’autorizzazione è stata Roche Registration GmbH. Per quanto riguarda Regkirona, il Chmp ha raccomandato di autorizzare il medicinale per il trattamento di adulti con Covid-19 che non richiedono ossigeno supplementare e che sono anche a maggior rischio di peggioramento della malattia. Il richiedente per Regkirona era Celltrion Healthcare Hungary Kft. Ora il Chmp invierà le sue raccomandazioni alla Commissione europea “per decisioni rapide e giuridicamente vincolanti”.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore