skip to Main Content

È il giorno del Super Green Pass

Super Green Pass Dpcm Lavoro

Cabina di regia in questa mattina, nel primo pomeriggio Consiglio dei ministri: il governo accelera sul Super Green Pass. Mattarella: «Usciremo da pandemia solo completando campagna vaccinale».

Il governo, incalzato dai presidenti delle Regioni e preoccupato dai numeri della quarta ondata di Coronavirus registrati in tutta Europa (ora, dopo Olanda, Austria, Belgio e Paesi dell’Est, la situazione sembra farsi critica anche in Francia), accelera sull’entrata in scena del Super Green Pass e sposa la linea dura per arginare i No Vax.

Così dalla cabina di regia tra il premier Mario Draghi e i capi delegazione delle forze di maggioranza,  sarebbe prevalsa la volontà di una stretta alle attività frequentabili da chi non è vaccinato già in zona bianca, ’aprendo’ le attività ricreative solo a coloro in possesso del cosiddetto super green pass, ovvero chi è vaccinato o guarito dal Covid-19. La stretta, dunque, non dovrebbe arrivare solo dove salgono i contagi e le situazioni negli ospedali sono più critiche – ovvero dall’area gialla a salire -, come chiesto da diversi presidenti di Regione e anche dal sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ma dappertutto e senza distinzioni di sorta.

COME CAMBIA LA VITA DEI NO VAX IL SUPER GREEN PASS

All’entrata in vigore del Super Green Pass i no vax potranno effettuare il tampone solo per andare al lavoro, anche se il sistema potrebbe prestare il fianco alle critiche sulla privacy, dato che la distinzione di GP renderebbe di fatto noto al datore se un lavoratore ha il certificato d’immunità in quanto vaccinato o ‘tamponato’. Resta poi da sciogliere il nodo dei trasporti pubblici: potrebbe servire il Green Pass pure per il trasporto pubblico regionale, finora escluso dalle restrizioni. Dovrebbe restare fuori il trasporto pubblico urbano, sia perché sarebbe impossibile effettuare i controlli, sia per non creare ulteriori assembramenti sui mezzi col dispiegamento massiccio di controllori. Si va invece verso l’obbligo vaccinale per nuove categorie a contatto col pubblico mentre i vaccini 5-12 anni potrebbero essere approvati dall’Aifa già la prossima settimana, a seconda delle tempistiche dell’omologa europea, EMA.

Per la linea del rigore si è espresso anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia per il decennale della scuola superiore della magistratura, nella villa di Castel Pulci, sulle colline di Scandicci: «Usciremo dalla pandemia solo completando campagna vaccinale», ha scandito il Capo dello Stato, lasciando intendere di essere perfino favorevole all’obbligatorietà vaccinale.

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore