Insider

Francesco Tresso, chi è il candidato alle primarie PD di Torino

chi è Francesco Tresso

Da “signor nessuno” lanciato sui social dal chitarrista dei Subsonica a candidato delle primarie del centrosinistra sognando le amministrative di Torino. Chi è il civico Francesco Tresso?

Anche Francesco Tresso, come Stefano Lo Russo (di cui abbiamo parlato qui), è un torinese doc con un passato e un presente nel mondo del volontariato. Tresso, che parteciperà alle primarie del centrosinistra a Torino il 12 e 13 giugno, in caso di vittoria però correrà alle amministrative con una propria lista civica, per ora sostenuta da 6.500 firme e da Sinistra Ecologista.

CHI È FRANCESCO TRESSO

Francesco Tresso è nato e cresciuto a Torino, è sposato da più di 20 anni e ha 2 figli. Tra le sue passioni la montagna, i viaggi, andare in bici e correre lungo il Po, ma anche andare al cinema e cucinare per la famiglia e per gli amici.

Si è laureato in Ingegneria Civile al Politecnico di Torino e ha lavorato sia in Italia che all’estero nel campo della progettazione di infrastrutture e della pianificazione territoriale ed ambientale. Attualmente è socio e amministratore di alcune società di ingegneria torinesi.

Come si legge sul suo sito, da sempre frequenta il mondo dell’associazionismo e ha svolto numerose attività di volontariato in collaborazione con ONG per la realizzazione di progetti (scuole, reti idriche, pozzi) in Paesi africani e asiatici in via di sviluppo. Da alcuni anni collabora inoltre con l’Ufficio Stranieri del Comune di Torino e con la Pastorale Migrantes della Diocesi per l’accoglienza e l’integrazione dei migranti.

LA SCELTA DI UNA LISTA CIVICA

La sua candidatura era stata lanciata dal chitarrista dei Subsonica Max Casacci che lo aveva chiamato il “signor nessuno”. A quanto dichiarato da Tresso quella definizione non ha giocato a suo sfavore, anzi “ha avuto una reazione positiva che ha spinto tanti a spendersi a favore di una candidatura di una persona impegnata in politica ma senza un apparato di partito alle spalle”. In realtà Tresso non è proprio digiuno di politica, infatti dal 2016 è anche consigliere comunale eletto con una lista civica che ha appoggiato Piero Fassino.

COSA SOGNA TRESSO PER TORINO

Il candidato civico ha dichiarato a La Stampa che il suo obiettivo è quello di “restituire a Torino l’ambizione di una grande città europea. Che metta al centro l’innovazione: nell’industria, nelle politiche ambientali, nell’organizzazione del territorio, nella capacità di promuovere integrazione e sicurezza sociale”. Per realizzare questo sogno, Tresso sostiene che sia necessario costruire “nuove connessioni con Milano, Genova, ma anche con Lione”.

Le priorità di Tresso ricordano quelle di Lo Russo: il lavoro, “con il rilancio della tradizione industriale grazie a un più efficace trasferimento di competenze dalle università”, l’ambiente, l’inclusione sociale e la riorganizzazione amministrativa “per gestire con efficienza le risorse del Pnrr”.

5S SÌ 5S NO?

Meno drastico di Lo Russo – che non contempla un’alleanza con i Cinquestelle – Tresso, sebbene abbia sempre fatto opposizione “cercando il confronto e il dialogo”, ha dichiarato che “al secondo turno, partendo dai temi, si può dialogare con tutti”.

Leggi anche: Amministrative | A Torino le primarie PD, chi è Stefano Lo Russo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore