Insider

Lo staff social per Calenda sindaco di Roma

calenda

Carlo Calenda vuole diventare il prossimo sindaco di Roma e ad aiutarlo ci sono circa 20 ragazzi tra i 25 e i 35 anni esperti di comunicazione, social media manager e “romani doc”

Carlo Calenda ha puntato molto sulla comunicazione digitale e sui social network nella sua campagna elettorale per diventare il nuovo sindaco di Roma. La sua pagina Twitter personale conta più di 300 mila follower, mentre quasi 150 mila persone hanno messo “Mi piace” al leader di Azione su Facebook.

Per curare la sua comunicazione in vista delle Comunali a Roma, Calenda ha scelto di gestire in prima persona i suoi profili social, ma ha anche selezionato una squadra giovane e agile che lo supporta dietro le quinte.

Secondo Repubblica inoltre, non manca un confronto costante con alcuni promotori di Azione, tra cui Matteo Richetti e l’ex grillino Nunzio Angiola.

LO STAFF

Il quotidiano romano scrive che i ragazzi di Calenda sono esperti di comunicazione, social media manager, montatori digitali, che “lavorano senza sosta per alimentare gli attivissimi profili social dell’aspirante primo cittadino e che si coordina costantemente con il gruppo che lavora sul territorio per far crescere Azione a suon di tessere”.

LA “BESTIOLINA”

Il Fatto Quotidiano ha criticato Calenda definendo la sua macchina di comunicazione una “Bestiolina”, riferendosi alla “Bestia”, la macchina di comunicazione di Matteo Salvini. Calenda ha poi riposto per le rime al Fatto, attraverso un tweet.

 

ROMA E MILANO

A Roma Azione può contare anche su un altro membro dello staff di Calenda che conosce molto bene la città, la giovane Flavia De Gregorio, laureata in relazioni internazionali, che ha iniziato il proprio percorso politico in Italia Futura.

Nel 2016, De Gregorio è stata eletta Consigliere del I Municipio di Roma Capitale, nella lista civica dove ricopre il ruolo di Vicepresidente della Commissione Pari Opportunità. Si occupa in particolare di verde urbano, politiche di genere e commercio.

Un altro nome importante all’interno di Azione è quello di Giulia Pastorella. Attuale direttrice delle relazioni istituzionali con l’Unione Europea per Zoom, in passato è stata responsabile della strategia di cybersecurity e data policy a livello globale per HP, dopo averne gestito gli affari istituzionali a Londra e Bruxelles, con responsabilità anche per l’Italia. Nel 2016 Forbes l’ha selezionata come una dei 30 più influenti under 30 in Europa per Law & Policy.

Pastorella sarà la capolista nella Lista “Lavoriamo per Milano con Sala” per le Comunali che si terranno nel capoluogo lombardo in autunno.

SOCIAL E GADGET

Oltre ai contenuti social, la campagna di Calenda è partita da tempo anche con la pubblicità tradizionale. Si sono già visti in giro infatti molti cappellini, polo, T-shirt, bandiere e persino la mascherina griffata Calenda Sindaco.

C’è poi il volto del candidato che campeggia su un autobus su tre in circolazione a Roma. In molti hanno definito la campagna di Calenda ispirata agli Stati Uniti.

Leggi anche: Chi è Maura Satta Flores, la presidente del comitato elettorale di Beppe Sala

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore