skip to Main Content

Primarie csx Roma | chi è Giovanni Caudo

Chi è Giovanni Caudo

Presidente del III Municipio della capitale, già assessore all’Urbanistica della giunta Marino e ora in corsa per il Campidoglio. Chi è Giovanni Caudo, candidato alle primarie del centrosinistra a Roma

“La mia passione è la città, la cosa più complessa che l’uomo ha inventato”, a dirlo è Giovanni Caudo che questa domenica è tra i candidati alle primarie del centrosinistra a Roma. Attualmente Presidente del III Municipio e già assessore all’Urbanistica dal luglio 2013 al 30 ottobre 2015, nella giunta di Ignazio Marino, adesso sogna il Campidoglio.

CHI È GIOVANNI CAUDO

Nato in Sicilia, 53 anni, sposato e padre di due figli, Giovanni Caudo è docente di progettazione urbanistica presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Roma Tre. Dal 2015 insegna Politiche Urbane e Territoriali nel corso di Laurea Magistrale in Progetto Urbano.

Caudo svolge attività di ricerca sulla condizione urbana contemporanea studiata attraverso le forme dell’abitare e la nuova questione abitativa. A questo tema ha dedicato ricerche su aspetti specifici, sia in ambito nazionale che internazionale, e soggiorni di studio presso l’University College di Londra. Caudo è anche rappresentante nazionale eletto dell’Associazione europea delle scuole di pianificazione (AESOP).

L’ESPERIENZA POLITICA

Quando Marino era sindaco di Roma, Caudo è stato dal 2013 al 2015 assessore alla Trasformazione Urbana. Tra le sue deleghe c’erano l’urbanistica, l’edilizia privata e l’edilizia sociale.

Nei due anni di assessorato sono state predisposte circa 100 delibere di giunta e circa 60 proposte di delibera assembleare. Sono stati anche siglati protocolli di intesa con i principali enti e soggetti attivamente coinvolti nelle iniziative di trasformazione urbana – tra cui Agenzia del Demanio, Cassa depositi e prestiti, Acer e Confedilizia.

Caudo ha promosso inoltre attività di ricerca e programmi con finanziamenti dell’Unione Europea e di partner internazionali, con il coinvolgimento dei principali enti di ricerca attivi nella capitale.

Da giugno 2018 è Presidente del Municipio Roma III – Montesacro. “Roma non è solo la città che ho scelto come luogo dove abitare, radicare i miei affetti, far crescere i miei figli, è anche la città che ho studiato per una vita, di cui conosco complessità e aspirazioni, scorci e sguardi, limiti e possibilità future. Dopo aver governato dal Campidoglio e dal Municipio conosco inefficienze e potenzialità della macchina amministrativa, so cosa serve per farla funzionare”, ha dichiarato Caudo.

LA CARTA DELLA CITTÀ PUBBLICA

Infine, tra le altre iniziative portate avanti: Roma20-25 che ha visto il coinvolgimento di 24 università, 12 italiane e 12 straniere, e la partecipazione di circa 600 ricercatori di tutto il mondo che per sei mesi hanno lavorato dentro la città per cercare le innovazioni in corso e il trend di sviluppo di Roma.

Alla fine del progetto è stata pubblicata la carta della città pubblica che per la prima volta rappresenta l’intero patrimonio di aree e di edifici pubblici, molti dei quali inutilizzati. Il team di Caudo ha portato alla fase conclusiva diversi progetti tra cui la trasformazione delle caserme di via Guido Reni e quella di Forte Trionfale.

Leggi anche: Cristina Grancio, l’ex M5s che corre con il PSI alle primarie di Roma

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore