Insider

Primarie csx Roma, chi è Tobia Zevi

tobia zevi primarie Roma

Ricercatore e attivista politico, ha un passato da militante nel PD ma oggi è indipendente. Chi è Tobia Zevi, il candidato alle primarie del centrosinistra a Roma che punta sul PIL per rendere la sua città una capitale più competitiva

Tobia Zevi, 38 anni, è tra i nomi che si potranno votare alle primarie del centrosinistra a Roma questa domenica 20 giugno. Innamorato della sua città, la considera “una capitale anomala: bellissima per natura ma per certi versi stranissima”.

LA PROMESSA DI ZEVI

Zevi vede nel PIL la risposta ai problemi di Roma e sul suo sito dichiara di avere un “un obiettivo ambizioso e concreto: aumentare il PIL di Roma del 20% in cinque anni e trasformare questa città in una capitale più green e inclusiva, rimettendo al centro della crescita sociale ed economica la cultura e la conoscenza”.

E alla domanda “È possibile?”, risponde “Sì, e ve lo posso dimostrare”.

Oltre al +20% di PIL in cinque anni, Zevi promette di raggiungere altri obiettivi: +10% di occupazione giovanile e +5% di occupazione generale in cinque anni. “Faremo questo puntando su tre grandi capitoli: la creatività, ovvero l’economia della conoscenza; il green e l’ecosostenibilità, e l’inclusione, ovvero i diritti e la cultura dell’accoglienza. Se attiviamo questi tre pilastri i grandi gruppi economici torneranno a investire”, ha dichiarato in una recente intervista.

CHI È TOBIA ZEVI

Tobia Zevi è nato a Roma il 15 ottobre 1983. Nella capitale si è laureato in Lettere e Filosofia e ha poi conseguito il Dottorato di ricerca in Storia della lingua italiana. Dal 2008 al 2018 ha ricoperto diversi incarichi politici, presso la Provincia di Roma, la Presidenza del Consiglio – con Paolo Gentiloni – e il ministero degli Affari Esteri. Durante queste esperienze si è dedicato in particolare ai temi della solidarietà, dei diritti umani e della cooperazione internazionale.

Oltre a essere coinvolto politicamente, Zevi ha collaborato con varie testate tra cui L’Unità, Il Foglio, Left, Avvenimenti. Oggi scrive per Huffington Post e Moked.it. Nel 2013 ha anche pubblicato il libro Il discorso di Giorgio. Le parole e i pensieri del presidente Napolitano.

È presidente dell’Associazione di cultura ebraica Hans Jonas e gestisce alcune attività benefiche, in particolare per l’infanzia. Attualmente collabora con l’Istituto di Studi di Politica Internazionale (ISPI) come responsabile del Desk sulle Global Cities.

IL RAPPORTO CON ROMA

Zevi si definisce “romano e innamorato della sua città, attivista e militante che sogna un mondo più giusto, che si ribella alle ingiustizie e ancora si indigna quando succedono”.

Il candidato alle primarie dice di conoscere “molto bene i diversi volti di Roma” grazie al lavoro civico, sociale e politico sul territorio che svolge da anni “promuovendo iniziative di vario genere soprattutto nelle scuole, e portando avanti delle ricerche sulle questioni più urgenti per la vita dei cittadini: trasporti, rifiuti, pubblica amministrazione, qualità dello spazio pubblico”.

Leggi anche: Chi è Roberto Gualtieri, il favorito alle primarie di Roma

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore