skip to Main Content

Roma, Imma dà Battaglia alle Primarie del PD

Chi è Imma Battaglia

Amica di Nichi Vendola, storica attivista e leader del movimento LGBT+ in Italia, Imma Battaglia è tra i candidati alle primarie del centrosinistra di Roma previste per domenica 20 giugno

Dal primo Gay Pride al World Gay Pride di Roma, passando per la candidatura alle elezioni europee e la giunta Marino, chi è Imma Battaglia, candidata alle primarie del centrosinistra di Roma?

CHI È IMMA BATTAGLIA

Imma Battaglia, all’anagrafe Immacolata Battaglia, è nata a Portici nel 1960 ed è una sistemista laureata in Scienze matematiche. Lavora come Sales Manager presso l’azienda di servizi ICT Meware e ha collaborato con Huffington Post.

Storica attivista LGBT+, dal 1995 al 2000 è stata Presidente del Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli di Roma. Nel 1994, durante il primo storico Gay Pride, è tra i volontari del Circolo di cui è stata Presidente dal 1995 al 2000.

Nel 1997 rompendo il tabù dei Gay Pride nazionali decisi da Arcigay nazionale ha organizzato, in forma totalmente indipendente, il primo Gay Pride romano facendone un appuntamento costante e annuale.

A luglio del 2000, nell’anno del Giubileo, nonostante la condanna da parte del Vaticano con Papa Wojtyla e le dure reazioni di parte del mondo politico (Giuliano Amato tra gli altri), ha realizzato insieme a Vladimir Luxuria a Roma e per la prima volta nella storia del movimento internazionale, il World Gay Pride, con un milione di persone arrivate da tutto il mondo.

Nel 2001 ha fondato l’associazione di promozione sociale Di’Gay Project con l’obiettivo di realizzare attività, campagne, progetti di volontariato in difesa dei diritti umani, contro ogni forma di discriminazione. Nello stesso anno, con alcuni collaboratori, ha ideato il Gay Village, che in poco tempo è diventato uno dei riferimenti della comunità gay e dell’estate romana ottenendo nel 2011 il Best Event Awards.

ATTIVISTA E POLITICA

Oltre che attivista, Battaglia è una politica. Sebbene sia nata in Campania, vive a Roma dove ha sempre partecipato attivamente alla vita politica. Tra gli amici di vecchia data che l’hanno avvicinata a questo mondo c’è Nichi Vendola.

Battaglia, infatti, nel 2009 ha accettato la proposta di Vendola di candidarsi alle elezioni europee nelle liste di Sinistra Ecologica e Libertà (SEL). Ha ottenuto molti voti ma il partito non ha raggiunto la soglia di sbarramento necessaria per accedere al Parlamento Europeo.

Nel 2013 è una delle candidate alle elezioni regionali del Lazio nella Lista Civica a sostegno della candidatura alla presidenza di Nicola Zingaretti. Nello stesso anno si è candidata nelle liste di SEL alle elezioni comunali di Roma, dove è stata eletta consigliere, carica che ha ricoperto fino alle dimissioni della giunta di Ignazio Marino. Durante quell’esperienza ha introdotto il tema delle tecnologie ed è stata Presidente della Commissione Smart City e Beni Comuni, per i Sistemi Informativi e per l’Innovazione e lo Sviluppo della Tecnologia.

A gennaio 2015 è stata la prima firmataria per l’istituzione di un Registro delle Unioni Civili, approvato il 28 dello stesso mese. Insieme alla delibera ha ottenuto l’utilizzo delle Sale del Campidoglio per le cerimonie.

Leggi anche: Amministrative, il ritorno a Roma di Marino il marziano

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore