Insider

Stessa spiaggia, stesso mare, quali regole anti Covid?

stabilimenti balneari

La data di ripartenza per gli stabilimenti balneari è fissata al 15 maggio, ecco quindi le regole per aprire la stagione estiva. La seconda ai tempi del Covid

Manca meno di un mese alla riapertura degli stabilimenti balneari e anche quest’anno i gestori di tutta Italia dovranno rispettare le misure adottate l’anno scorso. È quanto riferito dal coordinatore del tavolo interregionale sul Demanio e assessore ligure Marco Scajola al termine di una riunione con le regioni sulle linee guida per l’avvio della stagione balneare 2021.

LE LINEE GUIDA

Ombrelloni distanziati almeno 4,5 metri in modo da garantire almeno 10 metri quadrati di spazio per ogni postazione. Controllo della temperatura e registrazione degli ospiti. Prenotazione obbligatoria dei lettini, suddivisa per diverse fasce orarie. Gli stessi lettini, così come le sdraio, dovranno essere distanziati almeno 1,5 metri tranne nel caso di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Niente giochi di gruppo, balli e feste in spiaggia. Igienizzazione continua di spazi comuni e superfici. Vietato l’uso promiscuo delle cabine in spiaggia e i gestori dovranno contingentare gli accessi, creando percorsi di entrata e uscita differenziati.

Bisognerà favorire l’uso dei pagamenti elettronici e ogni superficie deve essere regolarmente igienizzata, anche più volte nell’arco della stessa giornata.

LE NOVITÀ

Scajola, oltre a sostenere fortemente le regole dell’anno scorso, ha detto che l’intenzione è quella di “andare incontro alle esigenze dei balneari e concedere nuovi spazi all’aperto come dehors e tavoli su spazio pubblico. Venerdì porterò in giunta una delibera dove dare ok ai Comuni di poter ampliare sul demanio marittimo spazi per bar e ristoranti”.

LE REGOLE DELL’ANNO SCORSO HANNO FUNZIONATO

Le linee guida sono state condivise anche dal ministro del Turismo Massimo Garavaglia, secondo cui – riferisce Scajola – “sono quelle da cui ripartire”.

“Lo scorso anno come regioni avevamo lavorato per realizzare linee guida che il governo recepì e che non ha mai visto spiagge chiuse per Covid – ha detto Scajola – Noi per l’estate 2021 ripartiamo da lì”. Scajola ha poi sottolineato “l’unione tra regioni che, al di là del colore politico, fanno squadra per affrontare al meglio la situazione che abbiamo di fronte, che coinvolge economia, turismo e sicurezza”.

Soddisfazione anche da parte di Gianmarco Oneglio, presidente della Federazione italiana imprese balneari Confesercenti Liguria: “Si sono evitate disposizioni ulteriormente restrittive che, se applicate, avrebbero reso praticamente impossibile la riapertura delle spiagge. In questo modo, invece, viene salvaguardato il risultato raggiunto lo scorso anno, che ha consentito agli stabilimenti di aprire e ai bagnanti di godersi il mare in sicurezza”.

Leggi anche: Cosa chiede il turismo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore