skip to Main Content

Chi è Gianpiero Zinzi, candidato a sindaco di Caserta della Lega

Gianpiero Zinzi

Il capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania Gianpiero Zinzi prova la zampata. Ma il centrodestra è tutt’altro che unito

Presidente della II Commissione speciale Anticamorra, segretario II Commissione Bilancio, componente della V Commissione Sanità, ma anche avvocato e PhD in Diritto Amministrativo e dell’Ambiente. E ora in corsa per la carica di sindaco della città di Caserta. Gianpiero Zinzi ha lanciato il proverbiale sasso nello stagno con la propria candidatura: “Sì, ho dato la mia disponibilità a candidarmi a Sindaco di Caserta. Vivo la Città, la respiro, ne soffro i limiti a cui è costretta, ma soprattutto la amo”, ha scritto su Facebook.

Un post che, oltre a sparigliare gli animi del centrodestra (dal medesimo bacino di voti pesca anche l’autocandidatura di Pio Del Gaudio), contiene in nuce parte del programma che Gianpiero Zinzi intende presentare: “serve un impegno nazionale per la nostra Città, un provvedimento che ci liberi da un aumento delle tasse comunali e da un taglio dei servizi. Una misura che salvi il futuro della nostra città, che ci consenta di costruire una stagione del cambiamento”.

Nel dettaglio, un estratto del suo curriculum, che può essere consultato per intero qui, sul sito della Regione.

Istruzione e formazione di Gianpiero Zinzi
2011: Avvocato. Abilitato all’esercizio della professione Forense in Italia ed iscritto all’Ordine degli
Avvocati di Santa Maria Capua Vetere (CE).
2013: Ph.D. in Diritto Amministrativo. Tema di Ricerca: “Rappresentazione, Tutela e Sicurezza
dell’Ambiente e delle Strutture e Governo del Territorio” – 25° Ciclo, conseguito presso la
Seconda Università degli Studi di Napoli, ora Università degli Studi della Campania Luigi
Vanvitelli.
2008: Laurea specialistica in Giurisprudenza con votazione di 110/110 cum laude, presso la
Facoltà di Giurisprudenza della S.U.N. – Seconda Università degli Studi di Napoli, ora Università
degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.
2017: Abilitato all’esercizio della professione Forense in Slovacchia e ad oggi iscritto presso
“Slovenská advokátska komora”. Registračné číslo: 300349.
2014: Cultore della materia in Diritto Amministrativo – IUS/10 presso il Dipartimento di Architettura
“Luigi Vanvitelli” della S.U.N. – Seconda Università degli Studi di Napoli, ora Università degli Studi
della Campania Luigi Vanvitelli.
2014: Socio AODV231 – Associazione dei componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs.
231/2001.
2012: Abogado. Abilitato all’esercizio della professione Forense in Spagna e ad oggi iscritto
presso “El Ilustre Colegio de Abogados de Madrid” (ES).
2009: Premio di Merito per il percorso universitario conseguito presso la S.U.N. – Seconda
Università degli Studi di Napoli, ora Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.
2007: Corso intensivo di perfezionamento scritto e orale della lingua spagnola. Programma
ERASMUS presso l’Università di Castilla La Mancha, Spagna.
2006: Laurea in Scienze Giuridiche con votazione di 106/110, presso la Facoltà di
Giurisprudenza della S.U.N. – Seconda Università degli Studi di Napoli, ora Università degli Studi
della Campania Luigi Vanvitelli.
Incarichi Istituzionali
2015: Consigliere regionale della Campania
2015: Presidente Commissione ‘Ecomafie, Terra dei Fuochi, bonifiche’ del Consiglio Regionale
della Campania.

Carriera accademica e di ricerca di Gianpiero Zinzi
2014 – 2015: Seconda Università degli Studi di Napoli – Dipartimento di Architettura “Luigi
Vanvitelli”, ora Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Professore di Diritto
Amministrativo – IUS/10. Docenza a contratto.
2014: Universidad de Buenos Aires (Argentina) – FADU: Facultad de Arquitectura, Diseño y
Urbanismo – Visiting Professor. Docente di Diritto Amministrativo nel Master in “Planificación
Urbana y Regional”. Docenza a contratto.
2014: UNLP: Universidad Nacional de La Plata (Argentina) – Visiting Professor. Docente di Diritto
Amministrativo del Corso di Laurea in “Carrera de Especialización en Derecho Administrativo”.
Docenza a contratto.
2014: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa – Napoli Docente di Diritto Amministrativo e
Diritto degli Enti Locali per il Master di II livello in Diritto Amministrativo – Alta Formazione per gli
Studi Amministrativi. Docenza a contratto.
2014 – 2015: BENECON SCaRL – Centro di Competenza per il sostegno e il trasferimento
tecnologico alle imprese di know-how innovativo. Progetto “Ecoturismo urbano per la fruizione
sostenibile dei Beni Culturali in Campania”, in attuazione degli Obiettivi Operativi 2.1 e 2.2 del
Programma Operativo FESR Campania 2007/2013. Assegno di Ricerca – Collaborazione
coordinata.
2013: Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Na). Docente di Diritto Amministrativo e
Diritto degli Enti Locali per il Master di II livello in Diritto Amministrativo – Alta Formazione per gli
Studi Amministrativi. Docenza a contratto.
2013: Dottorato di Ricerca in Rappresentazione, Tutela e Sicurezza dell’Ambiente e delle
Strutture e Governo del Territorio – 25° Ciclo, conseguito presso la Seconda Università degli
Studi di Napoli, ora Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.
2008: Istituto Italiano per gli Affari Sociali, Ente di Ricerca di Diritto Pubblico sottoposto alla
vigilanza del Ministero del Lavoro, Roma. Assegno di Ricerca – Collaborazione coordinata.
Attività di studio e ricerca
– 2018: Promozione e diffusione del know how ambientale: valutazione dei possibili percorsi di
specializzazione ex Art. 4 L.R. N°14/2016, prevedente l’istituzione del Sistema Regionale di
Informazione e di Educazione alla Sostenibilità Ambientale.
– 2018: Le criticità del pubblico impiego in relazione alla Legge Madia: la lente di ingrandimento
sulle problematiche locali.
– 2018: Piani di Protezione Civile e sinergie istituzionali: quali le criticità e quali le responsabilità
amministrative.
– 2018: Il rischio idro-geologico in Campania: le responsabilità amministrative e l’utilità dei Presidi
di monitoraggio del fenomeno nei comuni maggiormente esposti.
– 2018: Malfunzionamento dei Consorzi di Bonifica e responsabilità amministrative: il caso del
Consorzio Aurunco di Bonifica e del ripetuto mancato pagamento delle spettanze ai dipendenti.
– 2018: Criticità dello smaltimento dei fanghi di depurazione degli impianti presenti in territorio
Campano: responsabilità amministrative.
– 2018: Valutazione dello stato della raccolta differenziata nei comuni del Casertano: applicazione
di best practice.
– 2018: Rischi delle attività di dismissione nucleare, con riferimento alla pianificazione dei sistemi
di messa in sicurezza e riutilizzo dei siti nucleari chiusi, ed alle metodologie di comunicazione per
il contrasto dell’insicurezza percepita dalla popolazione residente. Risvolti amministrativi: il caso
Centrale del Garigliano in territorio di Caserta.
– 2018: Valutazione della fattibilità di adeguamento dei ristori ambientali ai Comuni in relazione
alle specificità territoriali, per l’adeguamento del Regolamento Regionale di riferimento.
– 2018: Azioni di contrasto al fenomeno dei roghi di rifiuti abbandonati in Campania: stato di
attuazione del Patto per la Terra dei Fuochi.
– 2018: Incidenza dei problemi di salute gravi nelle aree della Terra dei Fuochi: introduzione del
sistema di screening sanitari.
– 2018: Analisi delle norme contro il degrado e per lo smantellamento dei campi ROM nella
Regione Campania: compiti della P.A.
– 2017: Disciplina delle emissioni odorigene originate da attività antropiche, per l’elaborazione di
norme attuative per la P.A.
– 2017: Disposizioni di principio in materia di tutela del suolo, di prevenzione e mitigazione del
rischio idrogeologico e sismico, nella prospettiva dell’introduzione obbligatoria dell’Ufficio Tutela
Suolo.
– 2017: Vincoli urbanistici ed impatto ambientale da localizzazione di impianti per il trattamento
della frazione organica dei rifiuti (cc.dd. biodigestori): il caso Caserta ex Delibera di G.R.
N°123/2017 e D.D. N°387/2017.
– 2017: Valutazione della fattibilità di azioni di sostegno ai Comuni per interventi di bonifica e
ripristino ambientale e di messa in sicurezza di siti inquinati, attraverso l’istituzione di un Fondo
Regionale di rotazione.
– 2016: Riorganizzazione delle procedure di rilascio delle autorizzazioni ambientali a carico delle
pp.mm.ii.: obblighi della P.A.
– 2016: Misure di contrasto al fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti: possibili modifiche
alla L.R. N°6/2016.
– 2016: Valutazione di specifiche misure di ristoro ambientale per i Comuni che ospitino
termovalorizzatori sul territorio della Campania.
– 2016: Interventi di riqualificazione ambientale delle cave ricadenti in aree di crisi ed in zone
altamente critiche e delle cave abbandonate: competenze ed obblighi della P.A.
– 2016: Misure di intervento per la bonifica e la gestione delle cc.dd. ecoballe in Campania.
– 2016: Piano delle Bonifiche della Regione Campania: implementazione delle misure di
intervento.
– 2016: Fattibilità di riconversione d’uso dell’Area dismessa ex Macrico in Caserta: vincoli
urbanistici ed impatto ambientale.
– 2016: Valutazione delle possibili misure di razionalizzazione delle Agenzie, degli Enti, delle
Aziende comunque denominate istituite con legge regionale ed operanti nel settore della tutela e
difesa del suolo, delle bonifiche e tutela delle acque: azioni di contrasto alle duplicazioni di
funzioni ed agli sprechi di risorse pubbliche.
– 2015: Valutazione del danno ambientale da inadeguate misure di smaltimento dei rifiuti: riordino
del ciclo dei rifiuti in Campania – L.R. N°14/2016.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore