skip to Main Content

Choc in Liguria per arresti, Israele conquista Rafah, cala rischio povertà. Le prime pagine

Povertà

Arresto di Toti, Israele conquista valico Rafah, il rischio povertà per le famiglie italiane cala nel 2023. Le prime pagine

LIGURIA, CHOC ARRESTO TOTI

L’arresto del presidente della Regione sciocca la Liguria. Attualmente Toti è agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione, scrive il maggiore quotidiano nazionale (“Arrestato Toti, choc in Liguria”). Sotto accusa ci sono anche Spinelli e l’ex capo dei porti Signorini. L’indagine riguarda le concessioni portuali e i finanziamenti elettorali, scrive La Repubblica (“Tangenti, crolla il sistema Toti”). Al capo di Gabinetto è stata contestata l’aggravante mafiosa.

ISRAELE CONQUISTA RAFAH

Israele conquista il valico di Rafah. L’incursione è stata preceduta da bombardamenti ed è avvenuta con la massima visibilità, scrive il Corriere della Sera (“Israele ora controlla il valico di Rafah. Tregua, Usa ottimisti”). “Andremo avanti con l’oeprazione fino a quando i terroristi non saranno sradicati”, ha detto il ministro della difesa israeliano.

RISCHIO DI POVERTÁ NEL 2023 CALA

Il rischio di povertà reale nel 2023 è calato al 22,8% scrive il quotidiano di Confindustria (“Il rischio povertà nel 2023 cala al 22,8%. La  pressione fiscale reale sale al 47,6%”). Nel 2022 il rischio era al 24,4%, secondo i dati Istat. Al calo hanno contribuito le misure a sostegno della famiglia, sottolinea Il Sole  24 Ore.

RISCHIO AUMENTO PREZZI PANNELLI SOLARI

Il prezzo dei nuovi pannelli fotovoltaici a terra rischia di aumentare. Lo sottolinea il Sole 24 Ore (“Stop ai pannelli, timore effetto domino sui prezzi”), aggiungendo che le aziende della filiera dell’energia elettrica temono che il compromesso raggiunto ieri nel governo sui pannelli in campi agricoli possa danneggiarli.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top