Italia

Coronavirus, Fippi converte produzione da pannolini a mascherine

mascherine

Con il via libera ottenuto dall’Iss, l’azienda di Rho famosa per i pannolini potrà produrre e commercializzare quasi 1 milione di mascherine al giorno

Venerdì scorso è arrivato il via libera dell’Iss per le mascherine prodotte dall’azienda Fippi di Rho, in provincia di Milano. Fino al termine dell’emergenza (datata dalla delibera del Consiglio dei Ministri al 31 dicembre 2020) Fippi potrà dunque produrre e commercializzare le mascherine per le strutture sanitarie e socio-sanitarie.“

LA CERTIFICAZIONE DELL’ISS

L’Iss, infatti, ha confermato la rispondenza del prodotto alla normativa tecnica e ai requisiti ‘Mascherine facciali ad uso medico-requisiti e metodi di prova’, a quelli di biocompatibilità e di produzione implementata gestita secondo un sistema di gestione di qualità e ha dichiarato la rispondenza del prodotto alla normativa tecnica ed ai requisiti richiesti. Fino al termine dell’emergenza (datata dalla delibera del Consiglio dei Ministri al 31 dicembre 2020), sottolinea la Regione Lombardia, Fippi potrà dunque produrre e commercializzare le mascherine.

L’AZIENDA FIPPI DI RHO

Fippi è un’azienda familiare fondata in Italia nel 1970, famosa sul mercato per l’alta qualità dei suoi pannolini. Con sede a Rho in provincia di Milano, Fippi distribuisce attualmente i suoi prodotti in più di 22 paesi del mondo. E ora per rispondere all’emergenza Covid-19 nel paese, l’azienda di Rho ha deciso di convertire la produzione
“L’idea è nata da un’esigenza interna all’azienda — ha spiegato a Milano Today Claudio Guarnero, amministratore delegato di Fippi —per proteggere i dipendenti. Abbiamo utilizzato una parte del materiale del pannolino per creare delle mascherine da utilizzare in un primo momento al nostro interno. Successivamente, contattati da Regione Lombardia abbiamo deciso di dare un contributo alla produzione. Con il Politecnico abbiamo individuato la materia prima idonea, collaborando con l’azienda Atex (specializzata in tessuto non tessuto per l’utilizzo medicale) e abbiamo individuato il materiale idoneo e con adeguato potere filtrante”.

SODDISFAZIONE DELL’ASSESSORE CATTANEO

L’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo che ha coordinato i lavori della task force da giorni impegnata su questo fronte ha espresso soddisfazione: “Siamo molto contenti dell’approvazione da parte di Iss alle mascherine prodotte da Fippi. Il lavoro svolto da Regione Lombardia, Politecnico di Milano e dall’azienda è stato finalmente riconosciuto e le mascherine potranno essere utilizzate dai nostri sanitari all’interno degli ospedali e delle Rsa, categorie che più ne hanno bisogno”

L’ORDINANZA DELLA REGIONE LOMBARDIA DEL 4 APRILE 2020

Nel frattempo, il 4 aprile il presidente Attilio Fontana ha emesso un’ordinanza della Regione Lombardia su “mascherina o qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca” per chi si reca fuori dall’abitazione.

In base all’articolo 1 “Ogniqualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vanno adottare tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stesso e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore