skip to Main Content

Europee: FdI primo partito, segue il Pd. Giorgia Meloni è la preferita tra i leader. La rilevazione di Human Index

Meloni Europee

Elezioni europee: secondo l’ultima rilevazione di HUMAN Index (Vis Factor – Emg) il partito della premier Giorgia Meloni arriverà al 26,9% dei voti, migliorando  il risultato delle politiche del 2022. A seguire il Pd al 20,9%.

A circa un anno e mezzo dalle ultime elezioni politiche il consenso di cui gode Fratelli d’Italia non sembra essere stato scalfito. Secondo l’ultima rilevazione HUMAN Index (Vis Factor – Emg), effettuata per Adnkronos, il partito della premier Giorgia Meloni, alle prossime europee, dovrebbe confermare e migliorare il risultato delle elezioni politiche.

CRESCE IL CONSENSO DI FDI: LE RILEVAZIONI DELLO HUMAN INDEX

Le previsioni di voto attestano FdI al 26,9%, a seguire il Pd con il 20,9%, in crescita di circa due punti percentuali e, stabile, il Movimento 5 Stelle con il 15,7%. Al quarto posto c’è la Lega con il 9,3% e al quinto Forza Italia-Nm con l’8%. La lista Stati Uniti d’Europa dovrebbe riuscire a superare la soglia di sbarramento, raccogliendo il 4,5% delle preferenze, seguita da Sinistra Italiana – Verdi con il 4,2% e da Azione con il 3,7%. ”I trend si sono consolidati, la coalizione di centrodestra nel complesso si porta al 44,2%, mentre il centrosinistra si ferma al 36,6%. Entrambi i risultati ricalcano in sostanza quelli delle politiche del 2022, dunque nessuna sorpresa – spiegano Fabrizio Masia (Emg) e Tiberio Brunetti (Vis Factor) -. Ciò premesso sarà interessante capire se e di quanto il Pd si manterrà sopra il 20%, come finirà il derby interno al centrodestra tra Forza Italia e Lega e chi supererà lo sbarramento del 4%. Chi non dovesse raggiungere il quorum rischia di essere cannibalizzato politicamente”.

GIORGIA MELONI REGINA DI GRADIMENTO TRA I LEADER DI PARTITO. SCHLEIN DIETRO SALVINI 

Lo HUMAN Index ha indagato anche il gradimento dei leader politici: al primo posto c’è la premier Giorgia Meloni con il 40,1%, al secondo Antonio Tajani con il 32,7% e sul gradino più basso del podio Giuseppe Conte con il 32,1%. A seguire ci sono Matteo Salvini con il 28,6% e solo in quinta posizione Elly Schlein con il 26,4%, al sesto posto Emma Bonino con il 25,3%. “Anche sul gradimento dei leader troviamo sostanzialmente delle conferme. Il premier è il primo indiscusso, seguito da Antonio Tajani che è l’unico leader ad avere una posizione in classifica sensibilmente superiore rispetto al partito che rappresenta – continuano Masia e Brunetti -. Ha ripreso a salire da qualche settimana Matteo Salvini, mentre si conferma interessante il risultato di Emma Bonino che si trova a poca distanza da Elly Schlein.

ITALIANI SEMPRE MENO EUROPEISTI: 55,2% NON APPREZZA L’UE

Negli anni passati l’Italia è stata un paese molto europeista, anche perché gli italiani si aspettavano che arrivassero da Bruxelles quelle risposte che la classe politica nostrana non riusciva a dare. Da qualche anno il sentiment degli italiani verso l’Europa è cambiato, il 55,2% non l’apprezza. Solo nella circoscrizione nord est e nord ovest prevale un orientamento positivo, rispettivamente con il 59,03% e 52,31%, mentre al centro il dato negativo sale al 56,55%, al sud al 67,01% e nelle isole al 63,88%. “Sarà fondamentale osservare cosa succederà dal giorno dopo delle elezioni europee – concludono Masia e Brunetti -. Quale sarà la mission che Giorgia Meloni imprimerà al Governo e come si comporteranno gli altri leader, soprattutto nell’opposizione che al momento non sembra riuscire ad intaccare il primato del centrodestra”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top