skip to Main Content

Green Pass, cosa cambia da oggi e cosa serve per viaggiare

Green Pass Tampone Migrantes

Il governo alla fine ha ceduto alle insistenze di Bruxelles: niente più tamponi agli aeroporti, per arrivare in Italia basta il Green Pass, come chiesto a gran voce dalla Commissione e dal Consiglio

I viaggiatori provenienti dai Paesi dell’Unione Europea da oggi dovranno esibire all’ingresso nel nostro Paese soltanto il green pass, niente più tampone con esito negativo. Lo stabilisce l’attesa ordinanza del ministro alla Salute, Roberto Speranza. La nuova misura arriva dopo l’appello dei commissari UE Stella Kyriakides (Salute e sicurezza alimentare) e Didier Reynders (Giustizia) ai Paesi europei che hanno introdotto “misure di contenimento dei viaggi supplementari nelle ultime settimane e che hanno reso i viaggi nel l’UE più complicati e meno pianificabili” ma, soprattutto, dopo aver preso atto che ormai Omicron è diffusa ovunque, in tutto il Vecchio continente, quindi la vecchia ordinanza del governo italiano, aspramente criticata sul piano europeo, non aveva più senso d’esistere. Anche il Consiglio Europeo recentemente ha chiesto regole comuni.

Con la stessa ordinanza sono state prorogate ed estese le misure sui corridoi turistici, il cui numero viene aumentato con l’aggiunta di Cuba, Singapore, Turchia, Thailandia (solo l’isola di Phuket), Oman e Polinesia francese. Nello specifico, il testo prevede che “il viaggiatore dotato di certificato vaccinale o di guarigione, in partenza dal territorio nazionale per un soggiorno all’estero nell’ambito di un corridoio turistico Covid-free, deve sottoporsi a un test molecolare o antigenico condotto con tampone e risultato negativo, nelle quarantotto (48) ore precedenti la partenza; se la permanenza all’estero supera i sette (7) giorni, sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico in loco; prima di rientrare in Italia, nelle quarantotto (48) ore precedenti l’imbarco, è necessario sottoporsi a un test molecolare o antigenico, condotto con tampone e risultato negativo; all’arrivo in aeroporto in Italia, è necessario sottoporsi a ulteriore test molecolare o antigenico, con risultato negativo. Se tutti i passaggi su elencati sono rispettati, i viaggiatori sono esentati dal rispetto degli obblighi di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore