skip to Main Content

Italia sommersa, tengono banco le elezioni: le prime pagine

Meloni

L’autonomia delle Regioni, le elezioni amministrative, il maltempo, il disgelo tra Macron e Meloni, il no dell’Ue a modifiche del Patto di Stabilità. La rassegna stampa

CORRIERE DELLA SERA

“Fiumi in piena: fuga sui tetti” apre il maggiore quotidiano nazionale. Le alluvioni in Emilia Romagna costringono le persone a fuggire sui tetti.

Il maltempo torna nel taglio medio, con l’intervista al climatologo del Cnrr Massimiliano Pasqui (“Rara sequenza di eventi estremi”).

“Il voto premia Meloni e Pd, crollo del M5S. Macron: migranti, non lasciare sola Roma” è il titolo in evidenza nel taglio alto, che si riferisce alle elezioni.

Nel fondo spazio ancora alle elezioni amministrative (“Le scelte al di là dei simboli”). “Il voto nelle città di domenica e lunedì non ha intaccato gli equilibri”, scrive Postiglione.

“Sgarbi, sindaco multitasking. Mastella tradito da Ceppaloni”, si legge in spalla.

LA REPUBBLICA

“L’autonomia divide l’Italia”, apre il quotidiano Gedi.

Tema che torna anche nel fondo, intitolato “Troppi rischi per un Paese fragile”.

“L’appello di Schlein: uniti ai ballottaggi. Ma i 5 S restano freddi” è il titolo in evidenza nel taglio alto, dedicato alle elezioni.

“Quel che le dà spessore, Giorgia lo tiene segreto”, scrive Francesco Merlo subito sotto (“Meloni, una famiglia spericolata”).

Nel taglio medio spicca l’esondazione del fiume Savio (“L’Emilia Romagna va sott’acqua, fuga sui tetti”).

In spalla torna protagonista la guerra in Ucraina (“Su Kiev prima sfida tra missili hi-tech. Gli ipersonici russi contro i Patriot Usa” e “Putin e i ragazzini educati alla guerra”).

Subito sotto troviamo il tema del Memorandum di understanding sulla Via della Seta (“Via della Seta, Roma al bivio”).

LA STAMPA

“Meloni-Schlein, partita doppia”, apre i quotidiano torinese.

A centro pagina spiccano le inondazioni e le piogge (“Il maltempo fa paura”).

“La premier: il mondo è grato all’Ucraina. Disgelo con Macron”, si legge nel fondo.

La geopolitica è protagonista subito sotto, con il pezzo intitolato “Perché Kiev nega la pace del Papa”.

Nella taglio medio spazio all’economia (“Dombrovskis all’Italia: Sul Mes non si tratta. Bei, c’è Franco in pole”).

IL SOLE 24 ORE

“Usa, rischio bolla del debito privato”, apre il quotidiano di Confindustria.

Nel fondo spicca il gas, protagonista del pezzo intitolato “Gas offerte boom alla prima gara di acquisti comuni dell’Europa”.

Nel taglio medio spicca la notizia del premio di Essilux per i dipendenti (“Ai dipendenti Essilux un premio di due mensilità”).

Subito sotto, troviamo invece il tema dei licenziamenti annunciati da Vodafone (“Vodafone taglia 11 mila dipendenti in tre anni”).

Tante le notizie in spalla, dal maltempo (“Allagamenti e frane. La pioggia piega Romagna e Marche. Oltre mille evacuati”) ai titoli di Stato (“BTP Valore un premio fedeltà dello 0,5 per mille”), passando per la sostenibilità (“La moda supera la finanza nella classifica Esg”) e il lavoro (“Contratti collettivi per ribadire il ruolo di autorità salariale”).

IL FOGLIO

“La politica non riesce a fare i conti con Calenda, ad assorbirlo come personaggio e leader. È un suo problema, ma anche un problema della politica” apre il quotidiano diretto da Claudio Cerasa.

“L’ora dei capitali coraggiosi” è il secondo titolo in evidenza. “La vera competizione con Macron si gioca sulla conquista degli imprenditori. Idee dall’Eliseo, dribblando le sommosse”, si legge nel sottotitolo.

Nel fondo spazio alla guerra in Ucraina (“I Patriot hanno salvato Kyiv, ecco a cosa servono le armi”).

Tema che torna subito sotto, nel pezzo intitolato (“Il numero di serie”).

A centro pagina troviamo invece la notizia che l’Ue ha detto no alla proposta italiana di ratificare il Mes in cambio di concessioni sul Patto di stabilità (“Trattativa in perdita”).

In spalla spicca la conferenza stampa di Elly Schlein alla chiusura dei seggi (“Elly e Buster Keaton”).

DOMANI

“Ecco il Conte giallonero. Vendetta contro Draghi e dispetti al Pd di Schlein”, apre il quotidiano diretto da Emiliano Fittipaldi. “Renzi provoca la segretaria Pd: è l’avvocato la stampella di Meloni, se ne accorgerà. Ma lei evita le polemiche con entrambi: deve portare a casa le città in bilico” si legge nel sottotitolo.

Nel fondo, Gianfranco Pasquino analizza i risultati delle elezioni amministrative (“Solo un campo davvero largo può far vincere il centrosinistra”).

“L’effetto Meloni si sgonfia. Ora FdI punta tutto su Ancona”, scrive Giulia Merlo nei “Fatti”.

“Per rendere autonomi gli studenti serve un reddito universitario”, titola Andrea Galliano nell'”Analisi”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top