skip to Main Content

La stretta finale su Pnrr e decreto migranti: le prime pagine

Informazione

La stretta sul Pnrr, il nuovo decreto migranti, la proposta di Giorgetti per aumentare la natalità, le tensioni tra Pd e M5S sul termovalorizzatore. La rassegna stampa

CORRIERE DELLA SERA

“Pnrr, il richiamo ai ministri”, apre il maggiore quotidiano nazionale. “Fitto, cambi necessari, no alle resistenze. Tesione tra alleati sul decreto migranti”, si legge nel sottotitolo.

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza torna nel fondo, intitolato “Questione di tempi”.

Nel taglio alto spiccano le parole del ministro Lollobrigida dopo le polemiche di ieri (“Io non appoggio idee cospirazioniste”).

Nella stessa sezione troviamo l’opposizione del Pd al termovalorizzatore (“Termovalorizzatore, no di Schlein al M5S”).

“Milano, i magistrati contro Nordio: rispetti l’indipendenza”, si legge in spalla.

LA REPUBBLICA

“Ministri sotto scacco”, apre il quotidiano Gedi. “Lega e Fi contro Lollobrigida per le parole su migranti  e sostituzione etnica. Corretto il decreto Cutro dopo l’intervento del Colle”, si legge nel sottotitolo.

Le parole del ministro Lollobrigida sono oggetto del commento di Natalia Aspesi, nel fondo (“L’invasione delle faccette nere”).

“L’identità non ha confini”, titola Uyandoga subito sotto.

“Schlein sul Pnrr: basta scaricabarile, pronta a incontrare Meloni”, è il secondo titolo in evidenza, incentrato sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Nel taglio alto spicca il tema del calo demografico. “Giorgetti spiazza la premier: meno tasse per le nuove nascite”, titola Ciriaco.

“Le donne chiedono più equilibrio tra figli e carriera”, si legge nella stessa sezione.

In spalla spazio alla geopolitica. “Nato, il no di Draghi apre la strada alla guida militare di Cavo Dragone”, titola Mastroilli.

LA STAMPA

“Migranti, il governo nel caos. Ridotta la protezione speciale”, apre il quotidiano torinese. “Sostituzione etnica: Lega contro Lollobrigida. Lui: sono ignorante, non razzista”, si legge nel sottotitolo.

Nel fondo spazio alla giustizia. “Nordio vede la premier «L’Oligarca Uss fuggito per colpa dei giudici» Il fastidio americano” si legge nel fondo.

“Non delegittimare la magistratura” è il commento di Caselli subito sotto.

A centro pagina spicca il sorpasso demografico dell’India sulla Cina (“Il sorpasso”).

Nel taglio medio spazio all’Economia. “«Zero tasse a chi fa figli» I costi del piano Giorgetti”, titola Monticelli.

In spalla spicca la politica (“Pd, manifesto Schlein »Maternità surrogata, Pnrr, sanità e sbarchi perché Meloni mente»”).

IL SOLE 24 ORE

“Svolta green, costi fuori controllo” apre il quotidiano di Confindustria. “Dopo le mosse su  case e auto, riforma emissioni e dazio su importazioni inquinanti. In arrivo nuovi oneri su immobili, carburanti, industria e agricoltura”, si legge nel sottotitolo.

Nel taglio medio troviamo il futuro stop alle caldaie a gas (“Caldaie a gas, lo stop scatterà nel 2029”).

“Concorrenza, intesa sugli ambulanti. Resta il nodo balneari”, si legge nel fondo.

“Pnrr alla stretta finale, la terza rata da 19 miliardi” titolano Perrone e Trovati subito sotto.

“Giugno 2023, l’India scavalca la Cina. Prima al mondo per numero di abitanti”, scrive Di Donfrancesco a centro pagina.

Nel taglio alto spicca il tema del Lavoro (“Calderone: 1 milione i posti di lavoro che non riusciamo a coprire”).

Tante le notizie in spalla, dal viaggio di Mattarella in Polonia (“Mattarella: No alla Ue somma di mutevoli interessi nazionali”) alla guerra in Europa (“Ucraina, arrivati i primi sistemi di difesa Patriot”), passando per il decreto migranti (“Meno dura la stretta sulla protezione speciale”), la Sanità (“Sanità, ok al decreto: oltre 400 nuove cure gratuite”) e lo sviluppo (“Africa, innovazione firmata fintech”).

IL FOGLIO

“Difesa della razza? Non esagerare, cara Rep. Piuttosto due figli, niente tasse: sarebbe un grido di battaglia vittorioso per la Next Generation Europe”, apre il quotidiano diretto da Claudio Cerasa.

“Le balle sui salari italiani”, è il secondo titolo in evidenza a centro pagina. “I salari nel nostro Paese sono un problema, vero, ma i salari meno competitivi non sono quelli più bassi: sono quelli più alti. Guida a un guaio rimosso da politica e sindacati, con numeri e senza slogan”, si legge nel sottotitolo.

“Cina e Inda rivendono all’Europa petrolio russo, ma va bene così”, si legge nel fondo.

Il tema della natalità torna nel taglio medio (“Insieme per la natalità”).

In spalla protagonista la conferenza stampa di ieri di Elly Schlein (“Elly o non Elly”).

“Tensione rossogialla” tra M5S e Pd sul termovalorizzatore, si legge subito sotto.

DOMANI

“Schlein, radicale ma prudente. Il piano per unire l’opposizione”, apre il quotidiano diretto da Emiliano Fittipaldi. “No all’aumento delle spese militari ma sì all’aiuto all’Ucraina, no ai termovalorizzatori ma sì a quello romano. La leader del Pd avverte il governo sul Pnrr, e nell’ora delle divisioni delle minoranze pensa a unirle di nuovo”, si legge nel sottotitolo.

“La fine del Terzo Polo è un’ottima notizia”, scrive Felice nel fondo. “L’idea di un centro autonomo era un progetto velleitario che, nei fatti, ha favorito la vittoria della destra (e di una destra estrema”, scrive l’economista.

“Sparate, spin, tattiche (e nostalgia). Il metodo Meloni è studiato a tavolino”, scrive Raimo nei “Fatti”.

“La propaganda di Giorgetti non combatte la denatalità”, titola Minello nell'”Analisi”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top