skip to Main Content

Mes e Patto di Stabilità, le due partite con l’Ue: le prime pagine

Informazione

Le partite di Mes e Patto di Stabilità, la chiamata di Xi a Zelensky, il rischio nucleare, il ferimento del giornalista di Repubblica. La rassegna stampa

CORRIERE DELLA SERA

“Debito, le nuove regole Ue” apre il maggiore quotidiano nazionale. “Cambia il Patto di Stabilità. Giorgetti: andavano escluse le spese del Pnrr”, si legge nel sottotitolo.

Spazio alla politica nel fondo. “Dialogo e piroette a sinistra”, titola Paolo Mieli.

“Xi chiama Zelensky: «Dalla parte della pace» E manda un delegato a Kiev. Usa e Russia cauti”, si legge nel taglio medio.

Nella stessa sezione si parla del rischio bomba atomica (“Pericolo atomica. La mossa cinese”). “Perché proprio ora? Perché fra un mese Kiev è pronta alla controffensiva che potrebbe scatenare la dura reazione della Russia senza poter escludere neanche l’uso della bomba atomica”, scrive Santevecchi.

Nel taglio medio spicca il giudizio di Moody’s sull’Italia (“Cogliere i segnali per ridare fiducia sulla crescita”).

LA REPUBBLICA

“Fuoco sui giornalisti”, apre il quotidiano Gedi. “A Kherson cecchini in azione contro l’inviato di Repubblica Corrado Zunino, rimasto ferito”, si legge nel sottotitolo.

“Prima telefonata di Xi a Zelensky: Il dialogo è l’unica via d’uscita”, è il secondo titolo in evidenza.

“I proiettili che hanno colpito il nostro inviato Corrado Zunino e uciso il suo fixer Bogdan Bitik sono gocce di odio che ci ricordano la ferocia del conflitto in corso in Ucraina”, scrive Maurizio Molinari nel fondo.

Nel fondo spazio al Meccanismo Europeo di Stabilità (“L’ultimatum dell’Eurogruppo «Roma ratifichi subito il Mes»).

Nella stessa sezione spicca la nuova proposta di regolamento sul Patto di Stabilità presentata dalla Commissione Europea (“Il nuovo patto Ue che serve all’Italia”).

“Quei liberali sedotti da Meloni”, scrive Carlo Galli subito sotto.

LA STAMPA

“Xi chiama Zelensky, ferito giornalista italiano” apre il quotidiano torinese.

“Ma la pace resta ancora lontana” è il titolo dell’analisi di Stefanini nel taglio alto. “Una telefonata non fa pace. Ma fa diplomazia”, scrive Stefanini.

“Nuovo patto Ue, conto da 60 miliardi”, si legge a centro pagina.

“Perché il Governo deve votare no”, scrive Veronica De Romanis nel fondo a proposito della proposta di Patto di Stabilità.

A centro pagina spicca la notizia che la Francia ha inviato altri centocinquanta gendarmi al confine con Piemonte e Liguria per respingere i migranti (“Il muro di Macron”).

“Noi mamme in cella e quella minaccia inumana di portare via i nostri bambini”, si legge in spalla, nel pezzo a firma delle detenute di Costituzione Viva.

IL SOLE 24 ORE

“Patti di stabilità, le nuove regole Ue. Per l’Italia correzione da 8-15 miliardi”, apre il quotidiano di Confindustria.

Nel taglio alto spicca la telefonata tra il presidente cinese e Zelensky (“Telefonata Xi-Zelensky: «Dialogo unica strada» Ambasciata ucraina in Cina”).

Nel taglio medio risalta la notizia che Stellantis farà diversi licenziamenti in Usa e Italia (“Stellantis taglia 3.500 posti in Usa, uscite anche in Italia”).

Buone notizie invece per i lavoratori Whirpool (“Chiusa la vertenza Whirpool Salvi i posti di lavoro a Napoli”).

“Rottamazione cartelle solo con chiusura delle liti”, si legge nel taglio medio. “Con la domanda l’impegno a rinunciare al giudizio pendente”, si legge nel sottotitolo.

Tante le notizie in spalla, dai fondi europei (“Sul Pnrr Fitto pretende garanzie da tutti i soggetti realizzatori”) al Pnrr (“Salerno, in pista 29 progetti per il rilancio”), passando per l’energia (“Enel punta sull’Oklahoma per la gigafactory in Usa”) e le criptovalute (“Negli Usa duro scontro tra imprese e autority”).

IL FOGLIO

“Open to meraviglia! Sfidare l’Italia del catastrofismo e l’industria del pessimismo si può. Come si fa? Con la forza dei numeri. Un caso di scuola”, apre il quotidiano diretto da Claudio Cerasa.

“La nuova stagione dei pro life” si legge a centro pagina. “La repubblicana che sfida il trumpismo, Nikki Haley, indica al proprio partito una svolta moderata sulle politiche per la vita e sull’aborto. No estremisti. Pista da seguire, con uno sguardo al 2024”, si legge nel sottotitolo.

Nel fondo spicca l’intervista a Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Europea (“Questo Patto accoglie le richieste italiane. E ora avanti col Mes”).

Nel taglio medio spazio alla chiamata di Xi Jinping a Zelensky (“Il paciere della Cina”). “Xi e Zelensky finalmente parlano, ma Kyiv ha abbassato ogni aspettativa con Pechino”, si legge nel sottotitolo.

DOMANI

“Pnrr in bilico e tensione sul Mes. governo messo all’angolo dalla Ue”, apre il quotidiano diretto da Stefano Fittipaldi. “Il ministro per gli Affari europei si affida alla possibilità di rimodulare le scadenze e gli obiettivi concordati. Non risponde su quali opere verranno definanziate e l’Ue incalza sulla ratifica del Mes, su cui FdI è contrario”, si legge nel sottotitolo.

“Giorgia Meloni e i suoi ministri hanno mostrato la natura illiberale di chi ha vinto le elezioni di settembre”, scrive il direttore nel fondo, intitolato “Costruire l’alternativa è un dovere morale”.

“Il ministro Sangiuliani si è perso la carta per i giovani”, scrive Stefanon Iannacone nei “Fatti”.

“La pandemia di Covid è finita ma i suoi effetti dureranno a lungo” titola Andrea Casadio nell'”Analisi”.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top