skip to Main Content

Regione Calabria, chi è Roberto Occhiuto che sfiderà Luigi De Magistris

Occhiuto Regione Calabria

Nella competizione per la presidenza della Regione Calabria, il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Roberto Occhiuto si propone di essere il continuum dell’ex presidente Jole Santelli scomparsa prematuramente nell’ottobre 2020

Sono pronte le liste del forzista Roberto Occhiuto, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria, per cercare la vittoria alle regionali. Secondo indiscrezioni, la lista del candidato presidente si chiamerà ‘Forza Azzurri’.

“Sono sicuro – ha dichiarato Occhiuto – che la nostra coalizione sarà coesa e compatta anche in Calabria. Abbiamo già 7-8 liste strutturate, rinnovate, e di grande qualità”.

CHI È ROBERTO OCCHIUTO

Roberto Occhiuto è nato a Cosenza nel 1969 ed è fratello di Mario, sindaco dello stesso capoluogo. Si è laureato in Scienze economiche e sociali all’Università della Calabria ed è giornalista pubblicista, oltre che dirigente di azienda privata.

LA CARRIERA POLITICA

La sua carriera politica inizia nel 1993, quando viene eletto consigliere comunale di Cosenza. Resta in carica fino al 1997 e nel 2000 entra in Forza Italia. Occhiuto, eletto al Consiglio regionale della Calabria, fa il bis ma la seconda volta con l’Udc diventando vicepresidente del Consiglio.

Per alcune incomprensioni con i dirigenti locali di Forza Italia, infatti, nel 2002 aderisce al Centro Cristiano Democratico di Pier Ferdinando Casini, che confluirà nell’Udc. Nel 2008 diventa deputato e resta con i centristi fino al 2013 quando sceglie di tornare all’interno della nuova Forza Italia.

Durante la XVI e XVII legislatura è vicepresidente della Commissione Bilancio e vicepresidente della commissione Politiche europee, oltre che vicepresidente del gruppo di Forza Italia.

Nel 2018, alle elezioni politiche è rieletto nella circoscrizione Calabria alla Camera dei Deputati. Nella XVIII legislatura è vicepresidente vicario del gruppo di Forza Italia, in cui viene promosso a capogruppo il 15 febbraio 2021 a seguito della nomina a ministro di Mariastella Gelmini.

CONTINUITÀ CON SANTELLI

Il Consiglio regionale calabrese era stato sciolto a causa della prematura scomparsa della presidente Jole Santelli eletta al termine delle elezioni del gennaio del 2020 e la scelta di Occhiuto vuole essere per Forza Italia un segno di continuità.

“I mesi con Jole Santelli presidente sono stati straordinari, un’esperienza vista da fuori come grande riscatto territoriale. La nostra sarà un’esperienza di continuità”, ha detto Occhiuto. “Ripartiremo dalla sanità. Ci batteremo per la fine del commissariamento ma soprattutto perché ai posti apicali ci siano persone con competenze in sanità”.

“Utilizzeremo questi mesi – ha continuato – per preparare il progetto di cambiamento per questa regione, per dimostrare al Paese che ci può essere una bella Calabria. Una Calabria che ha tanti problemi, a cominciare dalla ‘ndrangheta che va estirpata con ogni sforzo, ma anche tante risorse che possono diventare strumenti di sviluppo”.

“Qualora dovessi risultare eletto – promette Occhiuto – il mio governo non farà precari. Le istituzioni non possono dare posti di lavoro che non siano stabili, un fardello che pesa sia sulle istituzioni che sulle persone stesse”.

Leggi anche: Chi era Jole Santelli, la prima donna presidente della Regione Calabria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore