skip to Main Content

“Riparti cultura, riparti Italia”. Le idee di Aici e del presidente Valdo Spini

Aici

Il ministro Dario Franceschini e il sindaco Beppe Sala parteciperanno all’evento “Riparti cultura, riparti Italia” organizzato a Milano da Aici

A novembre si sarebbe dovuta tenere a Cagliari la settima conferenza nazionale dell’Associazione delle istituzioni di cultura italiane (Aici), ma l’appuntamento è stato rinviato al 2021 a causa del Covid-19. Al suo posto un grande evento a Milano.

“RIPARTI CULTURA, RIPARTI ITALIA”

Il 5 ottobre si terrà alla Fondazione Feltrinelli di Milano una giornata nazionale intitolata “Riparti cultura, riparti Italia” in cui si incontreranno istituti e fondazioni culturali per capire come “ripartire”. L’evento è organizzato dall’Associazione delle istituzioni di Cultura italiane. Come riportato dal Corriere della Sera, il presidente dell’Associazione, Valdo Spini, ha commentato così la scelta di Milano: “Abbiamo scelto come sede la città di Milano, capoluogo della regione più colpita dalla pandemia, per sottolineare il contributo di coesione etica e civile che la cultura può dare alla ripresa economica e sociale del nostro Paese”.

CHI PARTECIPA

Alla manifestazione, che prevede circa 60 invitati, parteciperanno il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, e il sindaco di Milano Beppe Sala. L’economista della cultura presso l’Università Bocconi, Paola Dubini, preparerà un documento con proposte e temi che servirà alle istituzioni culturali come traccia per la discussione. Il programma definitivo è ancora da stabilire ma l’evento dovrebbe prevedere una prima parte della giornata con interventi di carattere istituzionale e una seconda di confronto fra le associazioni culturali. È previsto anche un messaggio del commissario europeo per l’economia Paolo Gentiloni.

ART BONUS

L’Art bonus premia chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico italiano. Consente un credito di imposta pari al 65% dell’importo donato ed è stato reso permanente dalla Legge di stabilità 2016. Aici rilancerà la proposta di ampliare il provvedimento dell’Art bonus anche alle fondazioni e agli istituti culturali dotati di riconoscimento giuridico. Come ha sottolineato Spini, si tratta di un modo per “incentivare il finanziamento privato alle nostre attività”.

LAVORARE NELL’ARTE

Per quanto riguarda l’occupazione nel mondo culturale, Spini lancia la proposta di una “formula concordata di riconoscimento fra le borse di ricerca che si danno nelle fondazioni e quelle delle università: una formula per incrementare le possibilità dei giovani in campo culturale”.

L’EDIZIONE 2019

Lo scorso novembre, a Firenze, si era tenuta la sesta conferenza nazionale dell’Aici e le istituzioni avevano siglato un Patto per la cultura. Il libro che raccoglie gli atti di quei giorni si intitola Italia è cultura. Istituti e politica culturale e verrà presentato giovedì 20 agosto alle 17,30 nella Casa valdese di Torre Pellice, in provincia di Torino. All’incontro parteciperanno il presidente Aici Valdo Spini; Bruna Peyrot, presidente della Fondazione Centro culturale valdese; Gianfranco Morgando, presidente della Fondazione centro Donat Cattin; Martino Laurenti, assessore alla cultura del comune di Pinerolo e Rocco Pinto, libraio e organizzatore di manifestazioni culturali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore