skip to Main Content

Spinelli scarica Toti, si va verso Sugar Tax, cresce l’antisemitismo, i russi avanzano a Kharkiv. Le prime pagine

Mattarella

Aldo Spinelli e suo figlio Roberto dal Gip scaricano il presidente Toti, intanto emergono intercettazioni che coinvolgono il progetto della diga foranea. Il ministro Giorgetti deve tenere a bada le rischieste dei suoi ministri in campagna elettorale. La senatrice Segre denuncia l’intensificazione dell’odio antisemita dopo il 7 ottobre. L’esercito di Putin avanza a Kharkiv.

LIGURIA: SPINELLI DAL GIP SCARICA LE RESPONSABILITÀ SUL GOVERNATORE TOTI

Ieri l’imprenditore della logistica portuale Aldo Spinelli e suo figlio Roberto sono stati interrogato dal Gip. I due sono accusati di aver corrotto il governatore Giovanni Toti e il capo della società di servizi Iren Paolo Emilio Signorini. Come scrive il Corriere, il presidente Toti è accusato di aver ricevuto 74.100 euro dagli Spinelli come contributi elettorali, in realtà secondo la procura in cambio di una serie di favori e concessioni per le sue attività. Intanto, come scrive Repubblica, in un’intercettazione il presidente Toti avrebbe fatto riferimento anche alla diga foranea, l’opera da 1,3 miliardi di euro la più costosa finanziata con fondi del PNRR. “Noi la diga la finanziamo in ogni modo. La diga è sostanzialmente per Spinelli”, ha detto il presidente Toti al telefono con Paolo Emilio Signorini, ex presidente del porto di Genova.

SUGARTAX E SUPERBONUS: GIORGETTI FRENA LE RICHIESTE DEI MINISTRI IN CAMPAGNA ELETTORALE

“I soldi non ci sono. Finiti. Stop”. Così, come scrive il Corriere, il ministro dell’economia Giancarlo Giorgettifrena le richieste dei ministri in campagna elettorale per le elezioni europee. Al vaglio c’è il decreto Superbonus, con Forza Italia che vuole salvare le spese fatte nel 2024, e la sugar tax. Quest’ultima, come scrive il Sole 24 ore, potrebbe slittare al primo luglio del 2025 e prevederebbe il prelievo sulle bevande analcoliche edulcorate di 5 euro per ettolitro per i prodotti finiti e di 0,13 euro a chilogrammo per i prodotti predisposti a essere utilizzati previa diluizione.

ANTISEMITISMO: LILIANA SEGRE DENUNCIA UN’ONDATA SPAVENTOSA DI ODIO

La senatrice Liliana Segre, ospite del convegno “Le Vittime dell’odio” al Memoriale della Shoah con il ministro dell’Interno Piantedosi e il direttore del Tg La7 Mentana, ha affermato che dopo il 7 ottobre gli ebrei italiani sono costretti a vivere in un clima ostile. I casi di antisemitismo, come scrive La Stampa, sono aumentati e le intimidazioni e gli insulti sono diretti a tanti cittadini di religione ebraica che “non c’entrano niente con le decisioni politiche di Israele e magari non le condividono”, ha detto senatrice sopravvissuta ad Auschwitz. I numeri danno ragione alla senatrice, secondo l’Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori (Oscad) dal 7 ottobre al 1° maggio sono 345 episodi riconducibili all’antisemitismo, tra cui 41 “hate crimes”, ossia crimini d’odio motivati da un pregiudizio, 175 casi di “hate speech” e 112 di incitamento all’odio online.

L’ESERCITO RUSSO CONQUISTA SETTE VILLAGGI A KHARKIV

Prosegue senza sosta l’avanzata dell’esercito russo in Ucraina. Gli uomini di Putin hanno conquistato altri sette villaggi nella regione di Kharkiv aprendo un nuovo fronte per Kiev sul quale potrebbe spostare parte delle sue truppe. Come scrive il Corriere alcuni video dal fronte mostrano gravi lacune nella difesa, tanto che il Presidente Zelensky ha deciso di rimpiazzare il capo militare colpevole d’essersi fatto sorprendere. Washington prevede che l’offensiva ci sarà prima dell’estate.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top