Italia

Tutta l’insoddisfazione di Stefano Buffagni

stefano buffagni

In un post su Facebook, il viceministro dello Sviluppo economico si dice sfiancato e demotivato per l’inadeguatezze delle scelte e dei toni del Movimento 5 Stelle. Non è l’unica voce critica

In occasione del primo giorno di scuola materna di suo figlio, il viceministro dello Sviluppo economico Stefano Buffagni, del Movimento 5 Stelle, ha affidato ad un post sulla sua pagina Facebook tutta la sua frustrazione.

«Io continuo la mia lotta», scrive Buffagni, «anche se spesso è sfiancante e demotivante: l’inadeguatezza di certe scelte, di talune persone, e dei toni nel Movimento 5 Stelle è alla base della situazione che stiamo affrontando. Spero finiremo di fare gli struzzi, capendo nei modi e nelle sedi giuste come cambiare, cacciando anche “i mercanti dal tempio”».

 

Oggi è il primo giorno di scuola materna di Gabriele… ❤️ Mi spiace molto non essere lì a viverlo, ma soprattutto…

Gepostet von Stefano Buffagni am Donnerstag, 24. September 2020

 

I giornali parlavano di Buffagni come di un uomo molto vicino alla Casaleggio Associati e in buoni rapporti con Luigi Di Maio e con la Lega. Evidentemente, però, qualcosa deve essere cambiato anche per lui.

Le parole di Buffagni si aggiungono infatti a quelle di tanti altri esponenti di spicco del Movimento 5 Stelle – come Alessandro Di Battista e Massimo Bugani, capo dello staff della sindaca di Roma Virginia Raggi – che attaccano la leadership del partito dopo la sconfitta alle elezioni regionali, criticandone le decisioni, i toni e l’abbandono della presunta purezza ideologica. Anche il presidente della Camera Roberto Fico ha invocato gli Stati generali per favorire la ripresa del dibattito interno e la riscoperta di “uno spirito forte di partecipazione”.

CHI È STEFANO BUFFAGNI

Stefano Buffagni ha 37 anni, è nato a Milano ed è viceministro dello Sviluppo economico dal settembre 2019.

Ha iniziato la sua attività politica come attivista per il Movimento 5 Stelle nel 2010. Tre anni dopo diventa consigliere regionale in Lombardia per la provincia di Milano, occupandosi soprattutto delle società partecipate della Regione per sviluppare una politica di razionalizzazione. È stato inoltre membro della commissione IV attività produttive e occupazione, commercio e turismo.

Viene eletto deputato alle elezioni politiche del marzo 2018. Nel giugno dello stesso anno viene nominato sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio con delega agli affari regionali e alle autonomie del governo Conte I.

Ha una moglie, Giorgia, e un figlio, Gabriele.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore