skip to Main Content

Chi è Jordan Bardella, il lepenista ‘italiano’ candidato a futuro premier francese

Bardella

Oriundo italiano, Bardella è il nuovo volto di punta del nazionalismo francese e pronto a sfrattare il macroniano Attal dalla poltrona di premier

In Francia neppure il tempo di metabolizzare l’onda lepenista che ha costretto il presidente Macron a sciogliere l’assemblea parlamentare, che già le attenzioni e le forze sono tutte concentrate sui due turni elettorali, fissati al 30 giugno e al 7 luglio.

La prospettiva è che se l’exploit dell’estrema destra nelle Europee venisse confermato alle politiche, Macron sarà costretto alla coabitazione con un esponente del Rassemblement National, che ha trionfato alle elezioni con il 31,37% dei suffragi. Nel caso, la persona ad oggi più indicata a ricoprire il ruolo di nuovo premier, in sostituzione del macronista Gabriel Attal, è Jordan Bardella, l’oriundo italiano il nuovo volto di punta del nazionalismo francese.

Bardella, star dei selfie e con un milione di seguaci su TikTok, “è il nostro candidato per andare a Matignon”, la residenza del premier a Parigi, ha confermato il vicepresidente di RN, Sébastien Chenu, intervistato da radio RTL. Non a caso proprio Bardella domenica sera, pochi minuti dopo le prime proiezioni, aveva chiesto immediatamente nuove elezioni legislative. «Il presidente della Repubblica non può restare sordo – aveva detto il frontman alle Europee di Rn – – Deve rinunciare all’agenda che vuole attuare, come la deindicizzazione delle pensioni. Emmanuel Macron è un presidente indebolito. È limitato nei suoi mezzi di azione al Parlamento europeo. Il presidente della Repubblica deve decidere di rimettersi alle istituzioni. Gli domandiamo di organizzare nuove elezioni legislative».

CHI E’ JORDAN BARDELLA

Classe 1995, ancora neppure trentenne, Bardella è nato a Drancy, banlieue difficile di Parigi, da una famiglia di umili origini piemontesi emigrata in Francia. Il delfino di Marine Le Pen, che si presenta come italiano “al 75%”, ha bruciato le tappe di una carriera politica cominciata poco più di 10 anni fa, quando andava in strada ad affiggere manifesti in periferia per Le Pen.

Giusto cinque anni fa, appena 23enne, viene eletto al Parlamento europeo. Passa poco tempo per la consacrazione, nel novembre 2022, con la conquista della presidenza di RN al posto della stessa Le Pen. Un passaggio storico per l’ex Front National, per la prima volta infatti non è più guidato da un membro dei Le Pen. Marine, che ha individuato e scelto Bardella come suo successore, lo ha sempre spinto e sostenuto con forza, facendone uno dei principali strumenti di quella cosiddetta ‘dédiabolisation’ che in molti paragonano al percorso di Giorgia Meloni in Italia.

I NONNI ITALIANI DI BARDELLA

Uno dei tre nonni italiani, Severino Bertelli-Motta, classe 1934, lavorava alle carrozzerie Bertone vicino Torino. Sposato con Iolanda Benedetto, risiedevano a Nichelino, borgo operaio vicino agli stabilimenti Fiat, prima di emigrare, nel 1963, in un’altra banlieue ‘rossa’, questa volta vicino Parigi, in Seine-Saint Denis, con due figli (due altri nasceranno in Francia): Daniela e Luisa, la madre di Jordan.

Quanto al nonno paterno, Guerrino Italo Bardella, nato ad Alvito vicino Roma, emigrò in Francia come muratore e sposò un’algerina, anche se il giovane Bardella – racconta l’Ansa – è sempre rimasto più legato al ramo materno, racconta il quotidiano Le Monde, in un lungo reportage intitolato ‘Bardella, l’Italien’. Fatta eccezione per qualche week-end a Roma o i soggiorni in Costiera amalfitana, prosegue il giornale, il nuovo uomo forte dell’estrema destra d’Oltralpe conserva dell’Italia “solo il ricordo delle vacanze estive con i genitori”.

Su Paris-Match, nel 2020, raccontava delle “prime epifanie culinarie” di bambino all’ ‘Europa’, il bar ristorante di suo zio Alberto, nella periferia di Torino, che nel frattempo – ha raccontato lo stesso Bardella anticipando a Le Monde qualche stralcio del suo futuro libro – ha cambiato nome e proprietario ed è dunque introvabile, almeno sul web.

La campagna elettorale per le legislative francesi è già iniziata. Su Bardella gli occhi del mondo.

Leggi anche: Lo champagne di Putin sul crollo dell’asse franco-tedesco

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Back To Top