skip to Main Content

Iran, chi è Azar Nafisi l’autrice di Leggere Lolita a Teheran

Azar Nafisi
Azar Nafisi in questi giorni è in Italia, la scrittrice iraniana sta facendo sentire la sua voce e la sua testimonianza a favore del popolo iraniano e della battaglia delle donne contro il regime di Teheran

Azar Nafisi, la famosa scrittrice iraniana, in questi giorni è a Roma per partecipare alla Fiera “Più libri più liberi”; tutti i grandi media italiani non stanno perdendo occasione per intervistare la docente universitaria che deve al sua fama al bestseller “Leggere Lolita a Theran“, pubblicato nel 2003. Il suo pensiero in questi giorni non può che andare alle sommosse che sono in corso in Iran, dove già un giovane è stato giustiziato per inimicizia verso Dio, così come decretato dal regime di Theran. Altri ventotto giovani sono a rischio di essere giustiziati in Iran in questi giorni.

Azar Nafisi, dal canto suo, intervenendo a Radio Anch’io, su Radio Uno Rai, ha esortato l’Occidente a far sentire la sua voce a sostegno del popolo e delle donne iraniane. E’ questo l’unico modo per la scrittrice iraniana di aiutare le donne iraniane. Per la Nafisi, scrive l’Ansa che l’ha interpellata appena arrivata a Roma, “non è più il popolo ad avere paura, è il regime che ha paura. E il popolo si rende conto che è in gioco la sopravvivenza”.

Ma chi è Azar Nafisi e a cosa si deve la ragione del suo successo e della sua autorevolezza?
Questo il suo profilo, pubblicato in rete su Treccani.it:

Scrittrice iraniana (n. Teheran 1955). Di famiglia benestante, all’età di tredici anni si è trasferita in Inghilterra per proseguire gli studi; si è poi laureata in Letteratura inglese e americana all’Università dell’Oklahoma. Tornata in Iran (1979), ha ottenuto la cattedra di Letteratura inglese presso un ateneo della capitale, tuttavia tra 1981 e il 1987 è stata allontanata dalla facoltà per aver infranto le norme sul codice di vestiario imposte dalla neonata Repubblica islamica. Nafisi ha sempre rifiutato di indossare il velo, e per questo nel 1995 è stata nuovamente espulsa dall’Università di Teheran; due anni più tardi ha lasciato l’Iran e si è trasferita stabilmente negli Stati Uniti per poi raggiungere la notorietà con Reading Lolita in Teheran (2003, Leggere Lolita a Teheran); il romanzo è stato un caso letterario internazionale, anche se in Iran molti intellettuali lo hanno giudicato acritico nei confronti della cultura occidentale. Tra i suoi romanzi più recenti si segnalano My uncle Napoleon (2006; trad. it. 2020), Things I’ve been silent about (2008; trad. it. 2009) e The Republic of imagination (2014; trad. it. 2015).

In Italia il suo ultimo libro pubblicato è intitolato ‘Quell’altro mondo’, uscito con Adelphi. Questo libro fu pubblicato in Iran nel 1994 ed è centrato sul tema del sentirsi esiliati in patria a causa del totalitarismo del regime di Theran. Si intitola, poi,  ‘Read Dangerously: The Subversive Power of Literature in Troubled Times‘ l’ultimo titolo che è stato pubblicato negli Stati Uniti e che arriverà in Italia nel 2023 a cura di Adelphi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore