skip to Main Content

Ristorazione, abbigliamento e centri commerciali si stanno riprendendo?

Centri Commerciali

L’Osservatorio Confimprese-EY traccia un quadro in miglioramento con un trend stabile al -1% vs agosto 2020. Ancora negativo a -11% il benchmark su agosto 2019. Miglior settore la ristorazione +20%, ancora in sofferenza abbigliamento/accessori -10%, stabile il non food -0,2%. Centri commerciali e outlet retrocedono a -9%

Un mese di agosto 2021 in sostanziale stabilità con un -1% su agosto 2020, ma ancora in ritardo di -11% vs lo stesso mese 2019. Sull’anno progressivo il trend segna +8% sul 2020, ma il confronto rispetto al 2019, sia pure in miglioramento, rimane al -32%.

È questa la fotografia dell’Osservatorio permanente Confimprese-EY sui consumi di mercato relativa al mese di agosto 2021 e al progressivo anno, che mostra indubbi segnali di ripresa sul 2020, ma una situazione ancora di incertezza e negatività sull’anno pre Covid. Risale la fiducia dei consumatori e anche il progressivo abbandono dello smart working incentiva la voglia di consumi. La ristorazione più degli altri settori intercetta il ritorno alla normalità e, complici anche l’ampliamento/allestimento di spazi esterni e dehor, mette a segno +20% su agosto 2020. Ancora in sofferenza abbigliamento/accessori a -10%, stabile altro non food a -0,2%.

CHI GUADAGNA TERRENO E CHI NO

Sull’anno progressivo è sempre il non food ad avere la migliore performance vs 2020 con +22%, mentre la ristorazione registra +7% e l’abbigliamento +3,5%.
Sul progressivo anno 2021 vs 2019 sempre pesanti i cali per ristorazione (-42%) e abbigliamento/accessori (-34%) mentre l’altro non food ha un trend di perdita limitato col -5%.

centri commerciali

LA SOFFERENZA DEI CENTRI COMMERCIALI

Tra i canali di vendita, evidenziano gli analisti dell’Osservatorio permanente Confimprese-EY, da segnalare nel mese di agosto le high street che registrano un -4%, mentre vi è un’ottima performance nelle altre località con un +13%. In particolare i negozi ubicati in aree metropolitane registrano un miglioramento del 18%, mentre quelli fuori un +9%. Centri commerciali e outlet retrocedono a -9% su 2020.

Leggi anche: Virus, vaccini e consumi: la ripresa c’è o non c’è?

Il mese precedente avevano avuto un’ottima performance legata ai saldi (+11% luglio 2021 vs luglio 2020). Nel benchmark sul 2019 le città di provincia e le zone periferiche sono positive vs 2019 (+1%). Ciò potrebbe ricondursi all’effetto vacanze o più in generale alla ritrovata voglia dei consumatori di tornare a spendere, cosa non ancora percepita nel 2020 a pochi mesi dalla riapertura degli esercizi commerciali. Il travel ancora in sofferenza ad agosto rispetto al 2020, con un -7%, una distanza dal 2019 che è del -44% sul mese e -56% sul progressivo anno.

Nelle aree geografiche, puntualizzano gli analisti dell’Osservatorio permanente Confimprese-EY, ad agosto i trend migliori rispetto al resto d’Italia si registrano al Sud +3%, dove la differenza sul 2019 è praticamente azzerata ad agosto (-1% vs 2019) e al Nord-est +0,4%. Le uniche aree ancora in negativo sono il Nord-ovest che con -5% vs 2020 registra il trend peggiore e il Centro -0,8%.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore