Insider

Perché Draghi non incontra i professionisti?

consultazioni di draghi professionisti governo draghi che succede ora

Confprofessioni lamenta la dimenticanza di Draghi: «Oggi più che mai vogliamo esercitare fino in fondo il nostro ruolo di parte sociale di un intero settore economico e sociale, formato da oltre 1,4 milioni di professionisti e partite Iva, con circa 1 milione di lavoratori dipendenti degli studi professionali, che esprimono il 12,5% del Pil nazionale»

In questa terza giornata di Consultazioni il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi ha incontrato la quasi totalità della vasta categoria della società civile: ABI, Ania, Confindustria, Confapi, CGIL, CISL, UIL, UGL, Unioncamere, Coldiretti, Agrinsieme, Confesercenti, Confartigianato, CNA, Casartigian, l’Alleanza delle cooperative italiane e pure WWF Italia, Greenpeace Italia e Legambiente. Restano però fuori dall’ufficio provvisorio di Draghi a Montecitorio 1,4 milioni di professionisti.

Leggi anche: Giustizia, PMI, modello Genova. L’agenda Draghi per far ripartire il Paese

Confprofessioni: da Draghi preoccupa l’assenza professionisti

Lo lamenta Confprofessioni: «La decisione del presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi di convocare le parti sociali del settore dell’industria, commercio, artigianato, agricoltura, cooperative e le associazioni ambientaliste va nella giusta direzione, ci sorprende tuttavia l’assenza del settore del lavoro autonomo e professionale». Così il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, al termine del tavolo di confronto tra il presidente incaricato Draghi e le parti sociali.

Leggi anche: Pnrr, Dpcm Covid, cartelle, licenziamenti: tutte le emergenze di Draghi

«C’è ancora tempo per correggere la rotta e il dialogo con il presidente Draghi resta aperto. Confprofessioni – unica parte sociale riconosciuta del settore libero-professionale fin dal 2001 – è infatti pronta a discutere una piattaforma programmatica per definire all’interno del programma del prossimo Esecutivo un capitolo dedicato al mondo del lavoro autonomo e professionale, un settore economico e sociale caratterizzato da un preoccupante calo strutturale del lavoro, determinato da anni di politiche penalizzanti e accentuato dalla crisi della pandemia».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore