Italia

Chi è e cosa ha detto il nuovo ad di Autostrade su sicurezza e investimenti

Roberto Tomasi

Roberto Tomasi, nuovo AD di Autostrade per l’Italia, annuncia un piano di manutenzione straordinaria da 360 milioni di euro

La A26 è stata parzialmente riaperta riaperta al traffico già lo scorso 26 novembre, dopo la chiusura ordinata dalla Procura di Genova, ma le polemiche non accennano a diminuire, tanto da far scendere in campo il nuovo Amministratore Delegato di Autostrade per l’Italia, Roberto Tomasi, che ha annunciato un piano di manutenzione straordinaria per 360 milioni di euro.

Piano di manutenzione straordinaria di 360 milioni di euro

“Abbiamo definito un piano di manutenzione di 360 milioni” che, come ha spiegato lo stesso Tomasi, intervistato da SkyTG24, stanno consentendo interventi “su circa 300 opere che saranno interessate”, inoltre è stato individuato “un ulteriore piano di interventi su 700 opere, per intervenire sui difetti minori che però possono avere un impatto visivo nella percezione dei cittadini che vedono i viadotti, gallerie e cavalcavia”

Parlando dei controlli sulle infrastrutture autostradali, Tomasi ha spiegato: “Mi sento di rassicurare i viaggiatori. Dall’ottobre del 2018 abbiamo avviato una profonda analisi delle nostre opere, con soggetti esterni che hanno riverificato le 1943 infrastrutture della nostra rete”. Anche se questo può “evidenziare difformità rispetto ai risultati dei controlli precedenti”

Controlli affidati a società terze

Nella sua prima uscita pubblica, l’AD di ASPI ha sottolineato che “attualmente le opere sono analizzate da società di ingegneria terze che sono state individuate sul mercato” per poter dare “la piena confidenza ai cittadini della sicurezza delle nostre infrastrutture”

investimenti di concerto con il Ministro De Micheli

Il nuovo AD di Autostrade dell’Italia ha spiegato che il programma di investimenti per la sicurezza che la società ha in programma ha visto una accellerazione, di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli: “Insieme al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti abbiamo visto il piano degli interventi sulla rete. Abbiamo accelerato attività di manutenzione che erano previste negli anni futuri. Le abbiamo anticipate perché ritenevamo necessario dare un segnale ai cittadini”.

Chi è Roberto Tomasi

Già Direttore Generale di Autostrade per l’Italia da settembre 2018 e precedentemente Condirettore Generale della società dal 2015, Roberto Tomasi è nato a Merano (BZ) nel 1967. Ingegnere meccanico, ha partecipato ad un Executive Program presso la Harvard Business School; un International Executive Program presso INSEAD e un master in Finance e Project Control presso la SDA Bocconi.

Tomasi inizia la sua carriera professionale in Fiat Avio-Power Division. Dopo diverse esperienze professionali approda in ENEL, dove è è stato responsabile dell’Engineering & Construction per la realizzazione dei grandi impianti di generazione convenzionali sia in ambito nazionale che internazionale.

Tomasi è anche Coordinatore delle società concessionarie autostradali italiane del Gruppo per gli investimenti e le attività di Value Engineering.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore